Il Festival promosso dall’Ente per il Turismo del Comune di Arona, che si terrà dal 18 al 23 di giugno ha già annunciato la partecipazione di personalità come Caitlyn Jenner, Neneh Cherry e Miss Caffeina al concerto per i diritti umani.

ARN Culture & Business Pride, promosso dal Comune di Arona attraverso l’Ente per il turismo celebra la sua terza edizione a Playa de Las Americas e consolida un modello di rivendicazione che si concentra su una combinazione di attivismo, affari, cultura e tempo libero e già si situa tra i Pride più importanti a livello internazionale.  

Dal 18 al 23 Giugno si terrà ad Arona uno degli eventi più innovativi in tutto l’universo dell’uguaglianza e della diversità sessuale.

La programmazione include molti eventi artistici, sociali e culturali presentati in una prospettiva trasversale da personalità notevoli della collettività LGBTIQ +.

Le attività principali della settimana saranno le “Beach Conferences” e “ARN Networking”, tutte con ingresso gratuito.


Questo evento inoltre rappresenta un’opportunità di sviluppo professionale e personale per tutti i partecipanti e sarà il preludio per il primo LGBTIQ + Summit Mondiale 2020, che renderà Arona sede internazionale del collettivo per più di 7 giorni.  

Le Beach Conferences sono state create per aprire diversi argomenti di discussione tra i quali anche quelli di carattere sociale, che a loro volta riguardano una società sempre più aperta e non solo gli individui della LGBTIQ +. Questa terza edizione si avvia ad analizzare una delle questioni per le quali ci preoccupiamo più di oggi: il benessere umano.

La conferenza sarà guidata da tre nomi illustri: il celebre scienziato e divulgatore Eduardo Lopez Collazo, il Premio Nobel per la Pace Carlos Umaña e l’ambientalista e candidato sindaco di San José de Costa Rica, Federico Cartin.

Saranno relatori del convegno “Beach Arte e denuncia” l’artista spagnolo Coco Capitano che illustrerà la situazione dell’arte nel mondo del business e come rendere l’arte un possibile strumento di denuncia sociale e la cantante, attrice e scrittrice Roberta Marrero, maestra della graphic novel.

Sabato 22 giugno, la “transvisibilità” sarà trattata dal punto di vista di un’attivista politico-sociale come è Carla Antonelli, il modello internazionale Angela Ponce, l’attrice candidata al premio Oscar e cantante d’opera, cilena, Daniela Vega, la regista e ballerina, Ana Jimenez e l’associazione Transgirls.

La conferenza fornirà una panoramica e darà voce alle diverse realtà delle persone transgender in una società che cerca di essere sempre più diversificata, ma deve ancora affrontare questioni fondamentali come il riconoscimento dell’identità di genere.

Lo stesso giorno sarà anche possibile partecipare alla discussione: “I media come una piattaforma per la visibilità”, tema di grande attualità nell’ambito dell’accettazione e la normalizzazione della LGBTIQ collettiva.

Lo scrittore e regista Javier Cid, il direttore di GQ Spagna Daniel Borras, e il modello e influencer internazionale Nyle Di Marco racconteranno come i cosiddetti “media” possano servire da piattaforma per la visibilità sia sui giornali tradizionali che sulle riviste di settore o sull’ultima generazione degli stessi: i social network.

Mercoledì 19 parlerà di letteratura LGBTIQ l’icona Boris Izaguirre Roy Gallant, e lo scrittore David González che ha appena pubblicato il suo quarto libro.

Lo stesso giorno, il guru del settore alberghiero e CEO di Axel Hotels, Juan Julia, uomo d’affari e componente del consiglio di amministrazione della IGLTA, Oriol Pamies, il direttore della Camera di Commercio Diversa di Costa Rica, Julio César Calvo, insieme al direttore della comunicazione Dino Starcevic e Phil Crehan, uno dei membri del NGLCC, la Camera di Commercio LGBTIQ + americana che muove più di 1,7 miliardi di dollari sul mercato statunitense presenteranno i vantaggi e i fattori che condizionano positivamente il business con il collettivo nella ARN Networking sulla gestione LGBTIQ  +.

La giornata si concluderà con la parte artistica del collettivo, la quale direttamente influenza il settore delle imprese e della cultura: Dragvisibilidad 2.0.

Questa volta, la performance sarà gestita da Kika Lorace, creatrice di grandi successi musicali rivisitati con un umorismo e ironia nel più puro stile drag.

Il contrappunto nel commercio internazionale, lo apporterà l’ultimo vincitore del Talent Show Ru Paul’s Drag Race Trinity The Tuck che visiterà la Spagna per la prima volta.

Il giorno 20 ARN Culture & Business Pride prevede una delle grandi novità di questa edizione: gli “speed meetings”.

Come suggerisce il nome, in questi brevi incontri gratuiti di approccio al business, gli interessati potranno avere a disposizione figure importanti in molti settori del mondo del lavoro per la creazione di nuove linee di mercato.

Si potranno scambiare opinioni e discutere in dettaglio le questioni più diverse con lo sportivo internazionale Victor Gutierrez, ad esempio, il direttore della rivista di Shangay, Alfonso Llopart, il  prestigioso avvocato Natalia Martos e il già citato Juan Julià, Javier Cid e Julio Cesar Calvo, tra gli altri.

Durante lo stesso fine settimana ci sarà spazio per questi scambi e business.

Il deputato Francisco Polo, l’avvocato Natalia Martos e l’investitore Bernardo Hernandez, che era a capo di Flickr e Yahoo, spiegheranno i pro e i contro del mercato digitale nella rete Biz Digitale.

Oriol Pamies e l’influencer e attivista Mellow Yellow, parleranno delle risorse e delle possibilità che possono essere presenti all’interno del Artivism Digital. 

Infine, un’altra delle novità introdotte nell’ARN Culture & Business Pride di quest’anno, è che le ragazze Devermut, Oh Mami Blu e Lesbicanarias saranno responsabili per l’apertura di una sezione con varie attività incentrate sulla consonante “L” all’interno del collettivo.

Ricordiamo che tutte le attività sono gratuite, accessibili e rivolte a tutti i tipi di pubblico.

In aggiunta alle attività e alla programmazione già presentati, il 21 e 22 giugno viene proposto un Festival di Musica per i Diritti Umani, con la partecipazione di Neneh Cherry, Miss Caffeina, Hercules and Love Affair, Nancys Rubias e Putochinomaricón tra gli altri.

Durante la serata di gala si terrà la consegna di un premio internazionale chiamato Alan Turing LGBTIQ + Awards.  Verranno premiati la ex atleta Caytlin Jenner, il regista Lukas Dhont, l’attrice cilena Daniela Vega, e il vincitore del premio Nobel per la Pace, Carlos Umaña.

Claudia Di Tomassi