Foto di Cristiano Collina

Il Comune di Arona inizia il 21 marzo con i festeggiamenti e il suo “safari nella giungla tra serpenti, zebre, giraffe, leoni e altri animali selvatici” che fanno della giungla un luogo da sogno pieno di creature curiose e della loro caratteristica vegetazione.

L’illustratore, laureato in Belle Arti, Nareme Melián, ha rappresentato proprio lo splendore di questa meraviglia paesaggistica con un poster che porta una nuova illusione con il fascino delle maschere che nascondono volti a forma di farfalla, fino a quando la magia del carnevale li scopre con la sua luce, essendoci fra i partecipanti le lucciole e i rettili più colorati.

“Una danza di colori che collega la nostra essenza più primaria, con questi animali che vengono rappresentati, passando dal giorno alla notte, smascherandosi in questa danza primaverile e festosa”.

Si svolgerà tra il 21 marzo e il 1° aprile, con La cabalgada anunciadora a Playa de Las Americas sabato 23, l’elezione della Regina giovedì 28, il Gala Drag venerdì 29, il Carnevale di tutti sabato 30 e il Coso Apoteósico il 31 marzo, che culminerà il 1° aprile con il tradizionale Entierro de la Sardina.

Foto di Cristiano Collina

Candelaria

“Luces, cámara y Carnaval” è l’opera realizzata da Jonás Emanuel per il manifesto che annuncia il Carnevale Candelaria 2019, che sarà dedicato al mondo del cinema.


Cinque sono le candidate alla Regina del Carnevale: Marjorie González Pérez, Joanna Sánchez Fajardo, Nerea García Reyes, Paula Delli Paoli García e Lauren Lianet Pérez Torres, che saranno le protagoniste dell’apertura degli eventi il 9 marzo, con la sua presentazione all’Espacio Cultural Cine Viejo, e i protagonisti del Gala della Regina il 15 marzo in Plaza de la Patrona de Canarias, a cui parteciperanno i gruppi del comune: Comparsa Infantil Tropicana, Agrupación de Mayores Antón Guanche, Batucada Almagec, Comparsa Tropicana.

Sabato 16 marzo sarà la volta del 18° Encuentro Regional de Murgas.

La mattina di domenica 17, si riuniranno i più piccoli, a cominciare da “El Cosito” in cui sfileranno i centri per bambini di Candelaria e i gruppi per bambini Tropicana de Candelaria e Lianceiros Junior Carnevale di Las Palmas de Gran Canaria e successivamente Festival Coreografico.

Il terzo Gala Drag de Canarias prenderà il sopravvento venerdì 22, l’edizione di quest’anno vedrà la partecipazione nazionale di Roser, Nalaya Brawn e La Prohibida, oltre alle migliori Drag delle Isole Canarie.

La chiusura del carnevale arriverà sabato 23, con il Coso da Punta Larga a Plaza de la Patrona de Canarias dove dalle 19.00 si svolgerà il ballo del Carnevale con le orchestre Maracaibo, Columbia, Acapulco, Tenerife e la speciale performance dell’antologia Billo´s Caracas Boys.

Foto di Cristiano Collina

Güímar

Il comune ubicato a sud dell’isola festeggia il Carnevale con un evento davvero singolare: Las Burras, quest’anno l’8 marzo dalle 21.

Questa tradizione che avviene dal 1992, vuole recuperare l’importanza che ricopriva in passato l’Entierro de la Sardina.

Si tratta di un rituale nel quale i giovani interpretano alcune streghe trasformate in asine che invocano il demonio.

Dopo una danza delle streghe e del diavolo, compare un gruppo di frati che acclamano l’Arcangelo San Michele.

La lotta tra i due si conclude con la sconfitta del demonio e le streghe sul rogo.

Le fiamme stesse serviranno poi per bruciare la Sardina del paese durante la sepoltura che mette ufficialmente fine a questo periodo di festeggiamenti.

Foto di Cristiano Collina

Tacoronte

“Piñata Chica” è il nome che viene dato al Carnevale di Tacoronte, festeggiato il fine settimana successivo a quello di Santa Cruz de Tenerife.

Si contraddistingue per gli eventi rivolti ai più piccini e per la tradizionale sfilata di auto d’epoca lungo le strade del comune, situato nel nord dell’isola.

Non mancano eventi tipici come la sfilata dei gruppi musicali, gli spettacoli per l’incoronazione della regina delle feste o la sepoltura della sardina.

Los Gigantes

Come in altri comuni dell’isola, la città di Los Gigantes (Santiago del Teide) celebra il proprio Carnevale una settimana dopo la fine dei festeggiamenti a Santa Cruz e Puerto de la Cruz.

I festeggiamenti riempiono le sue strade con ritmo ed entusiasmo per quattro giorni consecutivi, in cui si celebrano i tipici atti carnevaleschi come l’elezione della regina per bambini e adulti, gare in costume, danze, esibizioni di gruppi musicali, sfilate e l’entierro de la sardina.

La maggior parte degli eventi si svolgono in Plaza de La Buganvilla, nel cuore del paese.

Si svolgerà dal 15 al 23 marzo e avrà luogo sotto lo slogan “L’Olimpo degli dei”.

Biancamaria Bianchini