More

    Il superalimento rosso che è un asso contro l’invecchiamento

    Sapevi che una delle migliori armi della dieta mediterranea che si coltiva nelle isole Canarie era fino al XVIII secolo considerata una bacca velenosa e la sua pianta aveva solo valore ornamentale?

    Il pomodoro è un superalimento presente nelle nostre cucine ed è uno degli ingredienti di base della nostra dieta.

    Lo mangiamo crudo, in insalata, o trasformato dal fuoco in salsa, marmellata o nei soffritti di innumerevoli piatti che mangiamo ogni giorno.

    Con uno straordinario potere nutritivo, i benefici del pomodoro stanno in una delle sue caratteristiche distintive: il suo colore rosso.

    Questa polpa scarlatta contiene uno dei più potenti arsenali di carotene conosciuti tra le verdure.

    Così, il pomodoro diventa a pieno titolo un potente alimento in grado di combattere l’invecchiamento e il deterioramento cellulare.


    Un superalimento che nelle Isole Canarie acquista un sapore speciale. 

    Apprezzato per la sua qualità, il pomodoro canario è uno dei tesori delle Isole Canarie e per anni è stato una fonte di ricchezza, la base dell’agricoltura d’esportazione canaria insieme alla banana, un altro superalimento.

    Se si subisce una piccola bruciatura in un incidente domestico e si applica una specie di cataplasma fatto con fette di pomodoro fresco crudo sulla zona interessata, si vedrà come dopo poche ore la ferita praticamente scompare, quasi per magia.

    E mentre questo accade, il dolore e il bruciore troveranno un rapido analgesico.

    Immaginate ora come questo frutto, per alcuni e per altri una verdura, può agire, a seconda del suo uso nel piatto, quando viene consumato frequentemente, come parte di una dieta sana ed equilibrata.

    Questo potere rigenerativo come cataplasma, fuori dal corpo, può anche produrre effetti benefici su cellule e organi.

    È proprio il suo alto contenuto di un carotene chiamato licopene, che gli conferisce il caratteristico colore naturale del pigmento, che dà al pomodoro il suo grande valore antiossidante, un rigeneratore cellulare che combatte gravi malattie.

    I carotenoidi sono sostanze antiossidanti che si trovano nella frutta e nella verdura gialla e arancione e nelle verdure a foglia verde scuro.

    Nel suo colore rosso, il pomodoro contiene uno dei più potenti arsenali di carotene, un grande antiossidante capace di prevenire molte malattie e gli attacchi di cuore.

    Il licopene è un carotenoide, l’unico che può essere trovato nel plasma sanguigno nelle diete ricche di pomodori. Questo significa che gioca un ruolo diretto nel prevenire la comparsa di tumori e altre gravi malattie, come quelle cardiovascolari.

    Quasi un decennio fa, i ricercatori delle Canarie hanno condotto uno studio su questo organismo, finanziato dal governo spagnolo, che mirava a valutare in che misura gli scarti di pomodoro prodotti nel settore primario e il loro successivo utilizzo nelle industrie canarie potessero essere utilizzati per commercializzare concentrati di licopene.

    Questo studio ha dimostrato che era possibile ottenere un prodotto alimentare medico dai pomodori delle Canarie. Questo è molto utile dato che la disponibilità di carotenoidi è essenziale per lo sviluppo dell’industria alimentare.

    La storia dell’evoluzione dell’uso del pomodoro nella nostra dieta è paradossale se si considera che la pianta del pomodoro era considerata una pianta ornamentale e il pomodoro una bacca velenosa fino al XVIII secolo in Europa, dopo che gli spagnoli lo portarono dall’America.

    Così, dopo poco più di tre secoli, il pomodoro non solo è stato riscattato dal rifiuto e dall’isolamento a cui era condannato fino al XVIII secolo, ma è oggi considerato una delle armi più potenti nell’arsenale della dieta mediterranea contro certe malattie.

    Dopo aver dissipato tutti i dubbi sulla sua presunta letalità e tossicità, gli esperti credono ora che possa prevenire varie malattie come il cancro ai polmoni e alla prostata, i tumori dell’apparato digerente, l’arteriosclerosi e gli infarti.

    Come se non bastasse, il basso contenuto energetico del pomodoro, con appena 20 calorie per 100 grammi a causa del suo alto contenuto di acqua, e il fatto che sia un’interessante fonte di fibre, lo rende un grande aiuto quando si tratta di controllare il peso e seguire una dieta dimagrante.

    Oltre all’acqua, ai carboidrati e alle fibre, contiene minerali come il potassio e il fosforo, e vitamine, tra cui C, E, provitamina A e vitamine del gruppo B.

    Corrispondendo a questi nutrienti, mangiare pomodori aiuta nella formazione del collagene e dei globuli rossi, e fa bene alle ossa e ai denti.

    Inoltre, la vitamina A migliora la vista, la salute della pelle e dei capelli e controlla il corretto funzionamento del sistema immunitario.

    Tuttavia, a differenza di altre verdure e frutta, perché i pomodori rilascino la maggior parte del licopene, devono essere cotti, per esempio in una salsa.

    Chi può resistere a una buona salsa di pomodoro? Quasi nessuno e, sapendo che è una fonte di salute, ancora meno.

    Marta Simile

     

    Articoli correlati