Ley 10/2022: cosa cambia per il condominio

Lo scorso giugno il Parlamento ha definitivamente approvato la Ley 10/2022 de medidas urgentes para impulsar la actividad de rehabilitación edificatoria en el contexto del Plan de Recuperación, Transformación y Resiliencia.

Nata per promuovere l’attività edilizia residenziale e la riabilitazione degli alloggi vetusti, introduce significative modifiche in numerosi ambiti: fiscale, finanziario, amministrativo e condominiale.

Vediamo nello specifico come influirà sulla gestione condominiale.

Una delle principali novità è l’inserimento di un sistema di maggioranza semplice per l’approvazione di opere di riabilitazione ed implementazione di fonti di energia rinnovabile di uso comune al fine di migliorare l’efficienza energetica dell’edificio, nonché per la richiesta di aiuti e finanziamenti necessari alla loro realizzazione. Contestualmente è previsto che l’eventuale opera di riabilitazione o implementazione non debba alterare gli elementi architettonici comuni dell’edificio, nonché preservare il buono stato dell’edificio nel suo complesso e dei singoli appartamenti.

Altro aspetto importante è la gestione degli eventuali proprietari morosi: sono previste sia misure preventive di natura convenzionale, sia soluzioni, giudiziali e stragiudiziali, in caso di mancato pagamento.

In quanto al primo aspetto, le comunità dei proprietari vengono dotate della capacità di sanzionare l’inadempiente privandolo dell’uso di strutture e/o elementi comuni non essenziali e di stabilire il tasso degli interessi moratori che, sempre in base al nuovo testo legislativo, ora si genereranno automaticamente alla scadenza del debito.

Si chiarisce e legalizza così una prassi consolidata e peraltro già ammessa dalla giurisprudenza.

In relazione alla soluzione degli eventuali conflitti, troveranno applicazione sia le procedure di mediazione e arbitrato sia, in via giudiziale, il procedimento monitorio (detto anche d’ingiunzione).


Non solo il procedimento in questione, già applicabile ai debiti comunitari, è stato modificato per renderlo più agile, ma ora sussiste la possibilità di  addebitare al proprietario moroso tutte le spese del procedimento ingiuntivo, comprese quelle derivanti dall’intervento dell’amministratore.

Avv. Elena Oldani

Fonti:

-Ley 10/2022, de 14 de junio, de medidas urgentes para impulsar la actividad de rehabilitación edificatoria en el contexto del Plan de Recuperación, Transformación y Resiliencia;

-Ley 49/1960, de 21 de julio, sobre propiedad horizontal.