More

    Le nuove multe della DGT che sono entrate in vigore e che non conoscete

    Il Congresso ha finalmente approvato la riforma della legge sul traffico.

    Il nuovo testo, che la Direzione Generale del Traffico (DGT) dovrà far rispettare, mira a rivedere le infrazioni che portano alla perdita di punti e sottolinea i comportamenti di guida che attualmente sono considerati più pericolosi, come parlare al cellulare al volante, o il margine di 20 km/h quando si sorpassa,

    Ma anche non usare – o usare impropriamente – sistemi di protezione come caschi, cinture di sicurezza o seggiolini per bambini, gettare sulla strada oggetti che potrebbero causare incidenti o incendi come i mozziconi di sigaretta, o mettere in pericolo i ciclisti quando li si sorpassa.

    Il punto che ha causato più attrito, e che è stato vicino a non essere approvato, è il divieto di superare il limite di velocità di 20 km/h quando si sorpassa sulle strade convenzionali.

    Per la prima volta sono stati legiferati nuovi mezzi di mobilità personale, in particolare i monopattini elettrici, e sono stati fatti progressi nella protezione dei ciclisti.

    Ad eccezione di alcune misure molto specifiche, la legge non entrerà in vigore prima di tre mesi dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dello Stato (BOE).


    1. Il numero di punti da detrarre per la guida mentre si tiene un telefono cellulare è aumentato da 3 a 6. La multa di 200 euro e 3 punti di penalità sarà mantenuta se il trasgressore usa il telefono cellulare ma non lo tiene in mano.

    2. Il lancio di oggetti sulla strada o nelle vicinanze della strada che potrebbero causare incendi o incidenti comporta la perdita di 6 punti (precedentemente 4).

    3. Il numero di punti persi per il sorpasso mentre si mette in pericolo o si ostacola i ciclisti o senza lasciare la separazione minima di 1,5 metri è aumentato da quattro a sei.

    4. I punti da detrarre per l’uso o il mancato uso di cinture di sicurezza, sistemi di ritenuta per bambini, caschi e altri dispositivi di protezione sono aumentati da tre a quattro.

    5. Una penalità di tre punti è imposta per avere dispositivi di rilevamento radar o autovelox nel veicolo, e non solo per il loro uso, come era precedentemente il caso.

    6. Perdita di tre punti per mantenere i dispositivi di telefonia mobile montati tra il casco e la testa dell’utente durante la guida.

    7. Il tempo che deve passare senza commettere infrazioni per recuperare il saldo iniziale di 12 punti è unificato in un periodo di due anni, sempre che non si sia perso tutto il saldo.

    8. Viene abolita la possibilità per le autovetture e le moto di superare i limiti di velocità generici di 20 km/h sulle strade convenzionali quando si sorpassano altri veicoli.

    9. Uso obbligatorio del casco per gli utenti di veicoli di mobilità personale, come gli scooter.

    10. I veicoli per la mobilità personale e le biciclette e i cicli non saranno ammessi sui marciapiedi e altre aree pedonali.

    11. Dal 6 luglio 2022 sarà obbligatorio incorporare l’etilometro nei veicoli per il trasporto di persone (per esempio gli scuolabus). L’inadempienza è un’infrazione molto grave (500 euro).

    12. È anche un reato molto grave quello di “non rispettare le norme sull’assistenza stradale”, che comporta una multa di 500 euro.

    13. Si aggiunge come infrazione minore (fino a 100 euro) per “non rispettare l’obbligo dei conducenti di essere in controllo del loro veicolo in ogni momento”.

    14. Due punti patente possono essere recuperati frequentando corsi di guida sicura certificati dalla DGT. Tuttavia, il recupero di questi punti non sarà effettivo fino all’entrata in vigore del regolamento delle condizioni che devono essere soddisfatte da tali corsi.

    15. L’uso di dispositivi di intercomunicazione non autorizzati nelle prove di guida è considerato un’infrazione molto grave, punibile con 500 euro e 6 mesi senza poter sostenere nuovamente la prova.

    16. Le aziende che trasportano persone e merci potranno accedere al registro dei conducenti online per sapere se le patenti di guida dei loro dipendenti sono valide o meno. Solo il rosso (non in vigore) o il verde (in vigore) saranno riportati.

    17. Per il conseguimento della patente di guida si possono istituire corsi di sensibilizzazione e di sensibilizzazione, che possono essere impartiti anche online, a condizione che l’interazione sia assicurata attraverso un’aula virtuale.

    18. Limite zero di alcol per i conducenti minorenni di qualsiasi veicolo.

    Ugo Marchiotto

     

    Articoli correlati