La cosa più interessante di questo agrume è l’essere ideale per chi ama circondarsi di fiori senza avere un terreno, perché si coltiva facilmente in vaso.

Rispetto al “cugino” giallo, salta all’occhio il colore vivace della buccia, che può essere rosso fuoco oppure arancio.

Il limone rosso ha anche la polpa di questo colore, ma il sapore è leggermente più aspro rispetto al limone più noto.

Una volta maturo, il frutto deperisce nel giro di 2-3 giorni, per questo motivo non si trova nei negozi di generi alimentari, ma viene generalmente consumato solo da chi lo coltiva.

Per le sue caratteristiche, il limone rosso si presta a diversi impieghi, e se lo coltivate in vaso nel terrazzo, suo ambiente naturale, lascerete di stucco parenti e amici.

Con i limoni rossi, più aspri di quelli gialli, si possono per preparare rinfrescanti succhi di frutta e naturalmente usarlo come condimento per le pietanze.


In cosmetica, il limone rosso è usato per il suo inebriante profumo, ma anche per le sue proprietà antibatteriche e astringenti.

Il limone rosso contiene grandi quantità di Licopene, una sostanza importantissima nella cura delle infiammazioni della prostata.

Anna Catalani