Buongiorno a tutti gli amici della rivista mensile “Leggo Tenerife” ed ai followers del gruppo  Facebook “Italiani a Tenerife” dal Dottor Cristiano Lollo.

Gli habitué del mensile, conosceranno già la rubrica “Pillole di Benessere”, dal momento che sono  oramai  due anni che pubblico articoli teorico-pratici, dove vengono spiegati alcuni esercizi per la  mobilità della colonna e dei principali distretti articolari, alternati ad esercizi di stretching dei nostri principali meridiani energetici. 

Lo scorso mese, ho presentato un esercizio molto utile, avente come unico obiettivo la mobilità del soma, e destinato soprattutto, a quelle persone che soffrono di lombo sciatalgia.  

In questo mese di agosto invece, torneremo alle origini, parlando di MTC (medicina tradizionale cinese).

Lo farò  introducendo un esercizio in due tempi, destinato all’allungamento dei meridiani di polmone ed intestino crasso (se interessati alle spiegazioni teoriche inerenti questa importantissima coppia di meridiani energetici, potrete consultare  on-line, le edizioni passate   della rivista).

Foto 1

Posizione di partenza: in ginocchio, seduti sul tallone destro con entrambe le tuberosità ischiatiche aderenti al calcagno (foto uno).


La gamba sinistra rimarrà  distesa dietro, in linea con quella destra, mentre i piedi avranno  le dita  orientate in dentro. 

Per allungare bene i meridiani, è fondamentale che la colonna rimanga il più eretta possibile e che le mani siano a terra, a dita “lateralmente in fuori”, un po’ più avanti dell’altezza delle ginocchia, con le braccia completamente distese.

Foto 2

Per cercare il massimo dell’allungamento assiale a carico del nostro rachide, immaginate di avere una corona in testa e di volerla  poggiare al soffitto, senza che quest’ultima cada. 

1° tempo – spostare un po’ il bacino verso  destra senza però sedersi a terra (foto due).

2° tempo – tornare al centro mantenendo la colonna dritta ed il braccio destro disteso (foto tre), poi spostare il bacino verso sinistra.

Il sostegno del busto, ora, sarà completamente affidato  al braccio sinistro mantenuto a dita in fuori e con la spalla rilassata ed il peso completamente sulla gamba sinistra (foto quattro) . 

Foto 3

Sostare  almeno due minuti, respirando profondamente e mettendo un’attenzione particolare alla fase espiratoria (fase in cui dovrò effettuare un atto completo, svuotando completamente i miei polmoni e strizzando quest’ultimi come se fossero due spugne piene di acqua, ricercando al contempo il massimo dell’allungamento assiale). 

Durante la fase di allungamento, pur ricercando  lo stretching completo della catena cinetica,  andrò  a porre un’attenzione particolare al muscolo ileo-psoas (l’unico muscolo vertebro-femorale del nostro corpo) sinistro,   mettendo enfasi nell’allungamento  dello stesso, in modo che la tensione avvertita vada dall’alluce sinistro alla spalla omolaterale.

Foto 4

Una volta terminata la prima parte dell’esercizio, ripeteremo il tutto con gli stessi tempi, ma con l’arto contro laterale (saremo quindi seduti sul tallone sinistro…).

Bene, anche per questo mese di Agosto siamo giunti al termine della rubrica, vi esorto a praticare  quanto appena spiegato, nelle nostre splendide spiagge, utilizzando queste meravigliose giornate, all’aria aperta o all’ombra della vostra terrazza, respirando la meravigliosa energia che solo queste isole possono regalare. 

Vi rammento, che per meglio comprendere l’esecuzione di quanto sopra spiegato, potrete visionare il video nell’edizione online della rivista “Leggo Tenerife“ (a tal proposito ringrazio Stanislao Gorietti da Terni, per le riprese e per le foto).

Ricordo inoltre a tutti i lettori interessati e desiderosi di approfondire personalmente le tematiche appena affrontate a contattarmi per una consulenza.

Potrete trovarmi all’indirizzo e-mail [email protected] oppure registrandovi al sito www.olisticworkout.it

Nel congedarmi da voi, auguro a tutti i turisti una splendida vacanza ed ai residenti, una serena permanenza.

Ci vediamo a settembre sempre solo ed esclusivamente su  “Leggo Tenerife”.

Ad Maiora Semper 

Dott.Cristiano Lollo