More

    L’infuso di banana: un rimedio della nonna per ritrovare il sonno e la serenità

    Alla fine di un periodo molto particolare del mio lavoro in cui il 40% dei miei pazienti richiede farmaci per l’insonnia o l’ansietà, ho pensato di offrir loro una via di fuga dalla chimica condividendo una ricetta antica  e efficace che responde in pieno alla mia convinzione che non si debbono comprare pasticche di  banana liofilizzata, piuttosto invece, imparare a parlare il linguaggio della natura e andare alla fonte.

    La banana non solo contiene potassio ma è ricca di  TRIPTOFANO, un amminoacido fondamentale per la liberazione della SEROTONINA,  la MELATONINA, la NIACINA.

    La serotonina è un neurotrasmettitore che si trova in varie regioni del nostro sistema nervoso centrale e interviene sul nostro stato d’animo.

    Non a caso è chiamato il neurotrasmettitore della felicità.

    Lavora infatti come regolatore dell’umore inibendo l’insorgenza degli stati d’ansia e degli sbalzi di umore.

    La melatonina svolge la funzione di regolare il passaggio dalla veglia al sonno.


    La niacina o vitamina B3 regola il metabolismo cellulare mantenendo i “mattoni“ del nostro corpo in buono stato si salute.

    Il gusto dell’acqua di banana è talmente gradevole che si può prendere semplicemente l’abitudine di tenerla in frigo e farne una bibita o un succo da colazione.

    L’infuso di banana

    Le dosi si possono variare un poco senza grandi problemi, in generale, fate bollire in ¼ di litro d’acqua, per 10/15 minuti, una banana piccola con la buccia, meglio biologica e ben lavata,  tagliata a tocchetti.

    Una banana grande richiede un poco d’acqua in più e può essere una buona idea bollire 4 banane in un litro d’acqua che deve più o meno, dimezzarsi.

    Fate riposare finché si sfredda e solo allora filtrate e buttate le banane.

    Usatela come acqua della notte, una bella tazza prima di dormire e poi sul comodino per la sete notturna.

    Non ho dubbio alcuno: chi la prova, continuerà a usarla a lungo.

    Dott. Alessandro Longobardi

     

    Articoli correlati