In occasione della riunione della Junta de Seguridad tenutasi a Las Palmas di Gran Canaria, la prima dopo 8 anni, il presidente del Gobierno Fernando Clavijo ha annunciato l’intenzione di richiedere la gestione del soccorso marittimo, delle carceri e della sicurezza privata dell’Arcipelago.

Ricordando che il nuovo Statuto delle Canarie consente alle stesse di assumere questo tipo di responsabilità, Clavijo ha precisato che il Gobierno intende formalizzare al più presto la questione, impegnandosi nel garantire al cittadino il miglior servizio possibile.

Soccorso marittimo, carceri e sicurezza privata sono tre compiti che prevedono una distribuzione significativa di risorse umane e materiali, con conseguente impatto sul territorio e tempi di realizzazione che possono prendere, ha puntualizzato Clavijo, dai 6 mesi ai 5 anni.

Alla riunione era presente anche il ministro dell’Interno Fernando Grande-Marlaska, al quale è stato ufficialmente chiesto di fare in modo che la Guardia Civil possa assumersi il compito di vigilare sulle due sedi della Presidenza delle Canarie, ovvero Gran Canaria e Tenerife.

Clavijo, che fa notare che il presidente della comunità autonoma è il rappresentante massimo dello Stato in essa, ritiene conveniente che l’Arcipelago metta a disposizione la Guardia Civil nelle sedi principali dell’autorità, così come che la Junta de Seguridad si riunisca ogni anno e non dopo 8 come accaduto.

I mancati appuntamenti, ha precisato Grande-Marlaska, non significano che sia mancato anche il coordinamento tra le forze di sicurezza dello Stato, la polizia delle Canarie e i due governi sul tema della sicurezza in generale, ma semplicemente che la cooperazione aveva bisogno di essere rafforzata.


Benché le Canarie siano una delle comunità autonome più sicure di tutta la Spagna, è fondamentale che questa situazione permanga per poter garantire la principale attività su cui si poggia tutta l’economia dell’Arcipelago, vale a dire il turismo.

Da qui l’importanza di avere il diretto controllo per quanto riguarda il soccorso marittimo, la gestione delle carceri e della sicurezza a 360 gradi, facendo leva sui propri corpi specializzati.

Ugo Marchiotto