Archivi

Sponsor

Il sondaggio

Sei iscritto all'AIRE ?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...

Storica riduzione fiscale per Puerto de la Cruz

Views:
73

Il Consiglio Comunale di Puerto de la Cruz ha annunciato in questi giorni durante una conferenza stampa uno storico aggiustamento fiscale che riguarderà alcune delle principali imposte comunali.

L’approntamento delle manovre necessarie sarà discusso nella prossima sessione plenaria del 2 novembre, durante la quale sarà concordato un patto di governo composto dalle forze politiche PP e DC.

Grazie alla manovra i cittadini portuensi potranno beneficiare, a partire dal 2018, di significativi tagli fiscali nell’imposta comunale sugli immobili (IBI), sulle tariffe per la raccolta rifiuti e sulle imposte sui veicoli.

In questo modo il dipartimento economico del consistorio di Puerto, guidato dalla dirigente comunale Sandra Rodríguez del CC, compirà un passo avanti nel conseguimento degli obiettivi principali enunciati ad inizio mandato, caratterizzato quest’ultimo da restrizioni economiche imposte dal Piano di Aggiustamento.





La Rodríguez, unitamente al sindaco di Puerto Lope Afonso del PP, aveva annunciato nel passato mese di luglio che l’Ayuntamiento avrebbe abbandonato il Piano di Aggiustamento cui era sottoposto come previsto dall’articolo 7 del Real Decreto Ley 4/2012 del 24 febbraio, in virtù della totale cancellazione del debito bancario avvenuta con l’ultimo versamento pari a 550.004 euro.

Inizialmente era previsto che il consistorio portuense avrebbe dovuto mantenere il regime restrittivo fino all’anno 2023 ma, come afferma la Rodríguez, grazie ad un impegno costante e all’inestimabile sforzo di tutti i cittadini di Puerto, è stato possibile annunciare ufficialmente la storica riduzione fiscale, dopo un periodo di 22 anni caratterizzato da una peculiare rigidità fiscale.





Il sindaco ha sottolineato che grazie all’abbandono del Piano di Aggiustamento ed al pagamento dell’ultima quota relativa al debito, sarà possibile alleviare le tasche dei cittadini con un piano di riduzione importante di tutti i tributi e le tasse municipali.

La storica manovra rappresenta un compromesso programmatico, politico ma soprattutto un dovere morale poiché molta parte dello sforzo in regime di aggiustamento è stato portato avanti dagli stessi cittadini, che ora meritano un riconoscimento concreto alla loro fiducia e al loro impegno.

Ma in cosa consiste il piano di riduzione fiscale di Puerto?

Innanzitutto la tassa sulle proprietà immobiliari (IBI) recupererà il credito di imposta del 50% per quelle famiglie che investono nel miglioramento dell’uso termico elettrico dell’energia solare per l’auto consumo, ad eccezione di quelle abitazioni che già presentano la conformità obbligatoria.

Questa misura sarà applicabile una volta regolarmente richiesta e per un periodo di 5 anni, inoltre si potrà godere di una disposizione transitoria per effetto della quale il recupero del credito avrà un carattere retroattivo.

L’aliquota fiscale subirà una riduzione del 15,5% da 0,71% a 0,6%, il che significa in soldoni una riduzione di 2 milioni di euro nella raccolta comunale che verrà però ricompensata con il miglioramento della tassazione generale, traducibile in una riduzione media per contribuente pari a 69,04 euro.

Riguardo al bonus del 50% sulla tassa dei rifiuti, questo sarà applicato a contribuenti pensionati o disoccupati, purché il loro reddito risulti uguale o inferiore al salario minimo interprofessionale.

Per trarre beneficio da questo bonus i contribuenti aventi diritto dovranno presentare regolare domanda per ottenere il ribasso a partire dall’anno successivo alla richiesta, per un periodo complessivo di 4 anni, al termine dei quali le richieste saranno riesaminate per valutare che la situazione familiare non sia cambiata.

Riceveranno inoltre un bonus del 100% i proprietari di veicoli ormai molto vecchi per il passaggio a veicoli più moderni e meno inquinanti, oltre ad un bonus ulteriore del 50% a seconda del tipo di carburante e delle caratteristiche del motore (ad esempio veicoli ibridi o elettrici) delle auto possedute.

Relativamente alla plusvalenza, sarà possibile recuperare i bonus per la persona che acquista una proprietà e vive con un minore di 21 anni e nel caso l’immobile sia la residenza dell’unità familiare.

In questo caso si prevede un recupero del 95% e dell’80% se la persona convivente è maggiore di 21 anni di età.

Infine riduzione fiscale anche per la tassa prevista per uso speciale del suolo e del sottosuolo, laddove si passerà da una scadenza quadrimestrale ad una liquidazione trimestrale adattata al periodo fiscale delle imprese.

Con questa decisione Puerto non solo allevierà alcuni degli oneri principali sostenuti dai residenti del comune ma sarà in grado di intraprendere opere di miglioria di alcuni dei servizi di base come la pulizia delle aree verdi e la raccolta di rifiuti speciali.

 





Lascia un commento

da Ciao Tenerife

  il nuovo numero del LEGGO TENERIFE é in distribuzione su tutta l’iso [...]

Incantevole agriturismo composto da piccole casette rustiche attorniat [...]

Abbiamo elaborato questo suggestivo tour che “sorvola” tutte le spiagg [...]

Per Chopper e per i suoi amici é stato un giorno indimenticabile [...]

Ecco una galleria fotografica della costa di Tenerife sud dalla postaz [...]

L’anno scorso, il periodico Leggo Tenerife con il quale collaboriamo, [...]

Questa mattina Los Cristianos si presentava cosí. Dalla prossima setti [...]

Solo 30 anni fa’ era un deserto di pietra vulcanica. Ecco il punto di [...]