More

    Dieci milioni per trasformare El Toscal

    Il Piano speciale di protezione del quartiere storico comprende più di venti azioni, come la pedonalizzazione di cinque strade e la costruzione di un parcheggio.

    Il Piano Speciale di Protezione del Quartiere Storico di El Toscal, approvato nel dicembre dello scorso anno e ora in vigore, comprende più di venti azioni “pubbliche” per la trasformazione di questo quartiere centrale, cioè quelle che saranno intraprese dal Comune di Santa Cruz de Tenerife.

    L’investimento stimato ammonta a 10,2 milioni di euro, di cui 5,6 milioni di euro saranno destinati alla realizzazione di questi progetti e i restanti 4,6 milioni di euro saranno spesi per gli espropri necessari alla loro realizzazione.

    La ventina di azioni incluse nel Piano Speciale, tra cui la pedonalizzazione delle strade e la costruzione di parcheggi, sono state programmate per essere eseguite nei prossimi tre quattro anni, “distribuendo i costi in modo temporaneo e tenendo conto del fatto che le azioni di sviluppo urbano isolate”, cioè gli espropri, sono “una priorità”.

    Precisamente, e secondo il documento, questi dovranno essere realizzati nel primo quadriennio.

    Il Piano El Toscal prevede la pedonalizzazione di cinque strade, Pasaje Primo de Rivera e le vie San Miguel, San Antonio, Gaspar Fernández e Santiago, dove verrà creata anche una pista ciclabile.

    Il documento prevede anche la riqualificazione delle strade in cui sarà mantenuto il traffico per ridurlo.

    Viene proposto un modello di mobilità basato su grandi isolati, che facilita gli spostamenti a piedi e in bicicletta.


    Oltre al progetto di rimodellamento di Calle de La Rosa, già aggiudicato a Ferrovial Construcciones per 4,3 milioni di euro, anche se i lavori non sono ancora iniziati, il Piano prevede anche interventi relativi all’allargamento dei marciapiedi, ma su scala minore, in altre strade del quartiere El Toscal.

    Si tratta di San Martín e Señor de las Tribulaciones.

    Secondo il documento, saranno costruiti parcheggi pubblici nelle vie San Martín e San Isidro, oltre che nell’area intorno alla Casa Pisaca.

    Tra le azioni previste dal Piano speciale per El Toscal, c’è anche la realizzazione di nuove strutture e attrezzature, soprattutto nella zona intorno alle Case Pisaca e Siliuto, come la costruzione di un nuovo Padiglione sportivo.

    Questo sarà costruito su due livelli e sarà utilizzato per gli allenamenti e le gare dello sport federativo.

    Nell’ambito di questo utilizzo sportivo è previsto un parcheggio.

    Il quartiere centrale avrà un centro comunale per lo sviluppo di attività sportive, ricreative e comunitarie.

    Il documento che trasformerà questa zona emblematica della capitale prevede anche la creazione di un asilo nido nella vecchia cittadella in calle Señor de las Tribulaciones, che sarà comunale.

    Un’altra delle strutture comunali sarà una Scuola di Officina, che si troverà all’interno della manaza 253, con ingresso da Calle San Miguel.

    È prevista l’apertura di un centro per anziani in Calle San Antonio.

    Le azioni pubbliche negli edifici comunali “avranno tetti verdi, per migliorare la rete verde urbana”.

    È prevista la creazione di sei nuovi spazi pubblici.

    Si tratta di una piazza a San Francisco Javier, di un parco urbano in Calle San Antonio, di uno spazio pubblico a María Mérida, di una piazza a San Martín, di una piazza in Calle San Miguel e di uno spazio pubblico nella zona di Casa Pisaca.

    Per realizzare tutti gli interventi previsti dal Piano speciale, si dovranno effettuare espropri nelle vie San Antonio, Santiago, San Miguel, San Martín e San Francisco Javier.

    Redazione

     

    Articoli correlati