Le Isole Canarie tornano ai Giochi Europei delle Isole

La Direzione Generale dello Sport del Governo delle Isole Canarie ha confermato il ritorno delle Isole Canarie ai Giochi Europei Insulari.

La prossima edizione di questa competizione, creata nel 1997 per promuovere lo sport tra gli abitanti degli arcipelaghi dell’Unione Europea, si terrà a Calviá (Baleari) dal 24 al 29 maggio.

Il direttore generale dello sport, Manuel López, ha spiegato che le Isole Canarie non partecipavano a questo evento dal 2008, quando, a causa della crisi economica, fu deciso di non partecipare.

“Il Comitato Organizzatore ci ha invitato a rientrare nell’edizione di quest’anno e abbiamo deciso di partecipare per la prima volta, limitatamente ad alcune delle discipline sportive in cui, per ragioni storiche, abbiamo primeggiato negli anni precedenti.

In un futuro molto prossimo speriamo di essere in grado di portare una rappresentazione più completa”, ha detto López.

“Da questo dipartimento – ha continuato il responsabile dell’area – crediamo che questo evento sportivo dia un impulso straordinario allo sport di base, oltre ai valori di integrazione nel progetto europeo che sono impliciti in esso.

Inoltre, abbiamo anche tenuto conto di ciò che questa coesistenza sportiva significa per molti dei nostri sportivi”.

Nel corso dei suoi 24 anni di esistenza, i Giochi europei delle isole hanno visto la partecipazione di territori insulari e arcipelaghi come Curzola (Croazia), Isole Faroe (Danimarca), Isole Baleari e Canarie (Spagna), Corsica, Mayotte, Guadalupa, Martinica, Polinesia francese e Reunion (Francia), Baliato di Jersey e Isole Wright (Gran Bretagna), Corfù e Creta (Grecia), Sardegna, Elba e Sicilia (Italia), Azzorre e Madeira (Portogallo), così come altri paesi indipendenti come la Repubblica di Haiti, la Repubblica di Capo Verde, la Repubblica di Cipro e la Repubblica di Malta.


Le Isole Canarie hanno organizzato l’edizione del 2004 e sono state una delle regioni più riconosciute nel medagliere di questa competizione, insieme all’italiana Sicilia.

L’obiettivo di questo evento è quello di costruire un mezzo di integrazione sociale e di conoscenza tra gli abitanti e gli sportivi delle isole e degli arcipelaghi dei paesi europei.

Durante l’evento, vengono promossi scambi sportivi, culturali e turistici a beneficio dei giovani nello spirito del fair play attraverso gare sportive di base.

Ugo Marchiotto