A Punta del Hidalgo sono state individuate 19 specie protette di uccelli

Foto di Andreas Lanz
Foto di Andreas Lanz

Transición Ecológica continuerà, con fondi propri, il programma sperimentale per lo sviluppo sostenibile dell’uso pubblico, che ha chiuso al traffico il Paseo de San Juanito.

Il Ministero Regionale della Transizione Ecologica, della Lotta al Cambiamento Climatico e della Pianificazione Territoriale del Governo delle Isole Canarie estenderà il progetto sperimentale per lo sviluppo sostenibile dell’uso pubblico sulla costa di Punta del Hidalgo, nel comune di La Laguna, oltre l’anno corrente 2022 e lo finanzierà con fondi propri dell’esecutivo regionale.

Tutte le azioni contemplate in questa proposta sono state sviluppate attraverso il Servizio regionale per la biodiversità con risorse del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).

Lo ha annunciato l’assessore responsabile dell’area, José Antonio Valbuena, durante la presentazione dei risultati preliminari di questa iniziativa, “che ha ottenuto un importante recupero degli habitat e degli ecosistemi naturali di questo ambiente privilegiato dell’isola e una grande sensibilizzazione da parte della popolazione locale e straniera”.

“Questo progetto è stato un esempio di collaborazione inter-amministrativa tra il Governo delle Isole Canarie e il Comune di La Laguna, ottenendo importanti progressi, come la chiusura dell’area al traffico stradale da parte del Concistoro, che causava notevoli danni all’inquinamento e alla pressione sulla zona, e l’installazione di cabine e pannelli informativi che hanno fatto apprezzare al pubblico la fauna e la flora che caratterizzano questa enclave di La Laguna”, ha dichiarato Valbuena.

Solo nel Paseo de San Juanito sono state rilevate 322 specie di fauna, 112 specie di alghe, 69 specie di flora, tre cianobatteri, un lichene, nove specie protette di intertidali e 19 specie protette di uccelli.

Il sindaco di La Laguna, Luis Yeray Gutiérrez, ha sottolineato “l’impegno dell’amministrazione comunale e del Dipartimento di Transizione Ecologica nell’attuazione di programmi che garantiscano la conservazione, il rispetto e la conoscenza degli indubbi valori ambientali e paesaggistici del nostro litorale”, e ha ribadito “la nostra intenzione di continuare ad avanzare nelle misure per lo sviluppo della biodiversità in un ambiente che esemplifica l’enorme diversità naturale del comune, come Punta del Hidalgo”.

Il progetto sperimentale per lo sviluppo sostenibile dell’uso pubblico di Punta del Hidalgo ha incluso misure come le già citate limitazioni al traffico e la creazione di un parcheggio delimitato, la progettazione e lo sviluppo di una strategia di gestione dell’area, una maggiore sorveglianza per garantire il rispetto delle norme e campagne di pulizia da rifiuti e idrocarburi.


Cristiano Collina