More

    Avvio del corso di laurea in Scienze dell’attività fisica e dello sport

    Il rettore dell’Università di La Laguna (ULL), Rosa Aguilar, ha annunciato l’avvio del corso di laurea in Scienze dell’attività fisica e dello sport per l’anno accademico 2022-2023, dopo il parere favorevole dell’Agenzia nazionale per la valutazione e l’accreditamento della qualità.

    Aguilar ha fatto questo annuncio prima della sessione del Senato dedicata al dibattito annuale sullo stato dell’Università, in cui ha ribadito la necessità di finanziamenti pluriennali per consentire una migliore offerta e pianificazione degli atenei “e l’urgenza di rinnovare il personale, che è molto vecchio” e necessita di maggiori incorporazioni, soprattutto in termini di personale docente.

    Nel processo di implementazione della nuova laurea è stata fondamentale la posizione assunta dall’Università di Las Palmas de Gran Canaria, che ha sempre espresso il suo appoggio alla proposta dell’ULL “e ha rispettato la nostra volontà”, ha indicato il rettore, secondo un comunicato del centro didattico.

    Una delle questioni su cui le due università vanno di pari passo, ha proseguito il rettore, è la richiesta di migliori finanziamenti, dato che nel 2022 gli stanziamenti per entrambi i centri nel bilancio del Ministero dell’Istruzione sono stati ridotti all’11,43%.

    Se non si fosse verificato questo calo, le due università canarie avrebbero ricevuto un totale di 52 milioni di euro in più nel 2022, tenendo conto dell’aumento generale del Ministero regionale, ha aggiunto Aguilar.

    “È come se l’istruzione superiore nelle isole non fosse un affare di nessuno o, più semplicemente, che il valore che rappresentiamo non sia compreso, in quanto motore del dinamismo sociale e del progresso economico delle nostre comunità”, ha affermato.


    L’inarrestabile crescita dei costi strutturali per l’attività quotidiana, il mantenimento delle infrastrutture, il miglioramento della gestione e la corretta promozione dell’insegnamento e della ricerca “richiedono un maggiore impegno da parte delle autorità politiche, che devono vedere le università come parte della soluzione al tanto auspicato cambiamento del modello produttivo”, ha sottolineato Rosa Aguilar.

    L’ULL ha aperto un bando con un totale di 95 borse di studio del valore di 3.000 euro ciascuna, di cui 65 sono andate a studenti di Los Llanos de Aridane, 21 a El Paso e 10 a Tazacorte, per un valore totale di 285.000 euro.

    A questo proposito, è stato recentemente rinnovato l’accordo con il Banco Santander, da cui deriva un programma di stimolo legato al processo di recupero dell’isola, e 400.000 euro saranno destinati all’assunzione di 35 giovani neolaureati dell’ULL per guidare diversi progetti.

    Nel suo discorso, la rettrice dell’ULL ha menzionato i progetti sociali avviati, come il Curriculum Sociale Universitario, una piattaforma che incoraggia la partecipazione attiva nella società attraverso l’impegno degli studenti per le cause che ritengono più giuste e che sono pienamente collegate agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

    Per quanto riguarda il reclutamento del personale docente, c’è stato l’impegno di offrire il maggior numero possibile di posti vacanti e, a tal fine, uno degli strumenti centrali sono state le linee guida per la pianificazione e l’offerta di posti vacanti, che consentono di stabilire la priorità delle esigenze in base a criteri oggettivi e pubblici e che, secondo Rosa Aguilar, sono state recentemente stabilite a tempo indeterminato, il che significa una maggiore velocità nell’assegnazione dei posti vacanti.

    Sono stati così creati più di 175 nuovi posti nelle categorie di assistente di dottorato, assistente, assistente associato.

    Per quanto riguarda le offerte di lavoro pubblico, tutto il personale docente accreditato dell’Università di La Laguna è stato promosso, il che ha significato un totale di 142 posti di promozione nelle categorie di professore universitario, professore universitario di ruolo e dottore a contratto.

    Il Rettore dell’ULL ha inoltre dichiarato che le procedure di reclutamento dei docenti sono state snellite e semplificate, ottenendo una riduzione del 43% del tempo medio tra la pubblicazione dei bandi di concorso e la formalizzazione dei contratti.

    Per quanto riguarda la gestione delle posizioni del personale amministrativo e dei servizi, il rettore ha ricordato che è stato firmato un accordo di collaborazione con la Direzione Generale dell’Amministrazione Pubblica del Governo delle Isole Canarie per condividere le liste di sostituzione e l’idea è che entro la fine dell’anno sarà stato pubblicizzato un totale di 233 posizioni, con l’obiettivo di ridurre l’occupazione temporanea a un massimo dell’8%.

    Bina Bianchini

     

    Articoli correlati