More

    La “Anaga Trail Solidaria” celebra la sua decima edizione con gli occhi puntati su La Palma

    Questo evento, che si terrà il 26 dicembre è organizzato dalla Fundación Santa Cruz Sostenible con il Dipartimento dello Sport del Comune.

    Il Comune di Santa Cruz de Tenerife ha programmato per il 26 dicembre 2021 la celebrazione della decima edizione consecutiva del “Anaga Trail Solidaria”, una gara non competitiva di montagna, che consiste nella salita e discesa al Pico del Inglés da Valleseco, su una distanza di circa 16 chilometri.

    Un massimo di 500 posti sono disponibili per la partecipazione a questa gara, in cui non c’è tassa d’iscrizione e che viene sostituita da un giocattolo in buone condizioni e una donazione che andrà alle vittime del vulcano di La Palma.

    Inoltre, gli organizzatori istituiranno un “Dorsal 0”, dove qualsiasi persona o azienda può fare una donazione senza dover partecipare alla gara.

    L’importo raccolto sarà dato alle istituzioni pubbliche che stanno raccogliendo questo tipo di donazioni per alleviare i danni causati dall’eruzione che sta colpendo la Isla Bonita.

    L’Anaga Trail è una corsa in montagna non competitiva che percorre i sentieri e i percorsi della Riserva della Biosfera del Macizo de Anaga più vicini al centro della capitale di Tenerife, permettendo ai partecipanti di correre attraverso luoghi di grande bellezza e ammirare le viste panoramiche.


    Tra le altre particolarità, il fatto che si svolge l’ultima domenica dell’anno aumenta ulteriormente il suo carattere festivo e caritatevole.

    Le iscrizioni, che si sono aperte venerdì 19 novembre, possono essere effettuate tramite www.gesportcanarias.com o di persona nei negozi Horizon Trail (Imeldo Serís, 82) e Deportes Guzmán (Calle El Juego, 14, La Laguna) fino a giovedì 23 dicembre.

    La gara inizierà alle 9:00 dal Centro Insular de Deportes Marinos de Tenerife (Cidemat) a Valleseco e per partecipare sarà essenziale donare un giocattolo prima di iniziare la gara.

    I giocattoli, come è tradizione, saranno distribuiti dalle associazioni comunali che partecipano da anni con i loro volontari.

    L’assessore allo sport, Alicia Cebrian, ha indicato che questa gara “promuove l’attività sportiva popolare, dando l’addio all’anno a Santa Cruz attraverso la pratica dello sport nell’ambiente naturale più spettacolare di Anaga, il nostro gioiello della corona, sia per gli atleti federati che non federati”.

    Cebrián ha detto che, tra le 8:00 e le 9:00 di domenica 26, “si raccoglieranno i giocattoli e si distribuiranno i numeri di pettorale nella zona del Cidemat”, e ha spiegato che “la gara ha 1.011 metri di dislivello positivo e 1.016 metri di dislivello negativo, con una pendenza media dell’11,5% nelle salite e dell’11,9% nelle discese, anche se ci sono alcuni punti dove questi valori arrivano al 50%.

    Pertanto, anche se non è competitiva, richiede un livello minimo di forma fisica per affrontarla in sicurezza e per poter fruire degli spettacolari dintorni che Anaga ha da offrire”.

    I partecipanti percorreranno un tratto dell’Avenida de Anaga in direzione del Club Náutico de Tenerife, dove gireranno a destra lungo l’Avenida José Martí per entrare nella valle di Tahodio lungo il Camino Real.

    Al chilometro 4,7 si raggiunge l’accesso al sentiero di Valle Luis, un sentiero spettacolare che sale costantemente tra vecchie terrazze, scogliere e cascate fino a La Fortaleza, situata a 666 metri di altezza al chilometro 7,63.

    Dopo una breve tregua fino alle Casas de los Berros, vicino all’omonima galleria, la salita continua fino a 852 metri, che si raggiunge all’incrocio dei Cuatro Caminos, il punto più alto della corsa al chilometro 9,1.

    Da questo punto, i partecipanti inizieranno la discesa, molto intensa nei primi metri, fino ai dintorni della città di Catalanes (683 metri sul livello del mare al chilometro 9,8) e, più progressivamente, da La Fortaleza, dove il percorso si unisce al sentiero PR-TF2, che corre lungo il burrone Valleseco e non viene abbandonato fino all’inizio del tracciato, al chilometro 14 e 141 metri sul livello del mare.

    Gli ultimi 2 chilometri continuano comodamente su asfalto fino a raggiungere il traguardo situato nella parte di Valleseco più vicina al mare.

    Bina Bianchini

     

    Articoli correlati