More

    La Villa de La Orotava ha sei spazi naturali protetti

    Parco Nazionale del Teide: è il miglior esempio di ecosistema vulcanico di alta montagna di tutte le isole Canarie.

    Include anche habitat in pericolo come gli habitat idrometrici, sotterranei, ecc. che, a causa della loro ubicazione e altitudine, sono interessati annualmente, con intensità variabile, da periodi di nevicate, contribuendo al mantenimento di processi ecologici essenziali come la ricarica degli acquiferi.

    La sua flora unica, piena di specie endemiche, include una dozzina di specie in pericolo di estinzione, e gli invertebrati hanno forme esclusive di cui si conoscono solo pochi esemplari.

    Geomorfologicamente, l’intera struttura della caldera e il grande stratovulcano Teide Pico Viejo sono di importanza internazionale, ma c’è anche una grande varietà di elementi sotto forma di torri, grotte e cupole, che aumentano l’interesse scientifico e la spettacolarità di questa zona.

    Il paesaggio del Parco è per natura uno dei più mozzafiato dell’isola e costituisce una potente attrazione per i milioni di turisti che lo visitano ogni anno.

    Riserva Naturale Integrale di Pinolere: comprende una collina con interessanti comunità di flora rupestre, dove non mancano specie in pericolo e protette come il taginaste (Echium giganteum) e la menta piperita (Bystropogon plumosus).


    È anche un habitat naturale ben conservato caratteristico delle isole Canarie.

    Sui pendii meno ripidi, dove si trova la vegetazione arborea, l’area contribuisce al mantenimento dei processi ecologici proteggendo il suolo e ricaricando la falda acquifera.

    Parco Naturale della Corona Forestale: una zona eminentemente forestale che circonda il Parco Nazionale del Teide, dove si trovano i migliori esempi di pineta e di vegetazione di alta montagna di Tenerife.

    Questa zona contiene le sorgenti di molti dei barrancos che formano la rete di drenaggio del nord e del sud di Tenerife, e quindi gioca un ruolo molto importante nella raccolta dell’acqua e nella conservazione del suolo contro l’erosione.

    Monumento Naturale del Teide: è un elemento emblematico di grande interesse scientifico, con le sue particolari caratteristiche geomorfologiche che definiscono un paesaggio di grande bellezza, essendo un punto di riferimento del territorio che occupa.

    Ospita anche un campione rappresentativo di habitat eolici, con specie esclusive come la violetta del Teide.

    Paesaggio protetto di La Resbala: la metà meridionale dell’area protetta è un paesaggio naturale, più o meno conservato con specie rocciose endemiche di grande valore e popolato da pini, mentre la metà settentrionale è un paesaggio trasformato a carattere rurale.

    La presenza di interessanti comunità rocciose, con specie minacciate e protette, aumenta l’interesse scientifico e di conservazione della zona.

    Paesaggio protetto della Costa di Acentejo: questo spazio contiene una bellezza eccezionale derivata dal paesaggio scosceso e brusco di alto valore estetico; costituisce un elemento geomorfologico singolare, rappresentativo della costa nord delle isole.

    Ha anche un notevole interesse scientifico per la presenza di specie in pericolo e protette sia della fauna che della flora, essendo in alcuni settori un luogo importante per la presenza o la nidificazione di alcune specie”.

    Bina Bianchini

     

    Articoli correlati