More

    Quali specie velenose ci sono in Spagna?

    La Spagna non è famosa per avere animali pericolosi, ma ci sono alcune specie velenose che possono causare danni. Ecco le creature di cui dovresti essere consapevole mentre passi del tempo in Spagna e dove sono più diffuse.

    Ragni

    I morsi dei ragni sono rari in Spagna e non ci sono stati casi documentati di morte per un morso di ragno nel paese. Ci sono tuttavia alcuni ragni velenosi anche qui.

    Ragno violino – Il ragno violino è la specie che recentemente ha morso un turista britannico a Ibiza, facendogli perdere due dita come risultato.

    Hanno una marcatura distinta a forma di violino sulla schiena.

    I morsi sono spesso dolorosi e pruriginosi e a volte si sviluppano in una piaga aperta, ma secondo un portavoce dell’ospedale che ha curato il turista, questo tipo di ragno di solito non causa lesioni così gravi.


    Potrebbe essere peggio se la piaga si infetta o se si è allergici al veleno.

    Sono più comuni in Andalusia, ma possono essere trovati altrove.

    Vedova nera – I ragni vedova nera sono i ragni più pericolosi della Spagna e possono essere identificati dalla caratteristica forma a clessidra rossa sulla loro schiena.

    Il loro veleno attacca il sistema nervoso e può causare febbre, cecità, vomito e asfissia.

    Tuttavia, il loro veleno è molto meno pericoloso delle vedove nere che si trovano negli Stati Uniti, quindi queste reazioni estreme sono improbabili.

    Si trovano più comunemente in Almeria, Aragona, Andalusia e Valencia.

    Serpenti

    Ci sono circa 13 tipi di serpenti in Spagna, ma solo cinque di questi sono velenosi.

    I morsi di serpente sono rari in Spagna.

    Secondo un rapporto scientifico di J. P. Chippaux, si stima che tra una e sette persone vengono uccise da morsi di serpente all’anno in tutta Europa.

    Non ci sono serpenti originari delle Isole Canarie (anche se alcuni sono stati portati come animali domestici e sono scappati), ma i serpenti si possono trovare in tutto il continente.

    Vipera di Seoane – Le vipere di Seoane possono avere un motivo a zig-zag marrone sulla schiena o possono essere grigio scuro o nero.

    Vivono principalmente in Galizia, Castilla y León, la costa cantabrica e i Paesi Baschi.

    I morsi di questi serpenti non sono normalmente pericolosi per la vita, anche se potrebbero esserlo per gli anziani, i bambini o le persone con certe malattie.

    Vipera Asp – La vipera Asp è marrone con strisce nere e si trova in tutti i Pirenei.

    In rari casi, i morsi di questi serpenti possono essere fatali se non trattati.

    Vipera dal naso a spillo o di Lataste – La vipera dal naso a spillo si chiama così perché ha una specie di corno a forma di triangolo all’estremità del naso.

    Sono di colore grigiastro con un motivo a zig-zag nero o marrone lungo il corpo.

    Si trovano in tutta la Spagna in habitat secchi e rocciosi.

    Falso serpente liscio – I falsi serpenti sono piccoli e grigi con macchie marroni e hanno squame lisce.

    Il loro veleno è molto leggero e i morsi sono estremamente rari.

    Serpente di Montpellier – Il serpente di Montpellier è molto lungo ed è blu o verdastro con un ventre bianco.

    I morsi di questo tipo di serpente sono rari a causa della posizione delle sue zanne e, se si viene morsi, il veleno è abbastanza mite, e mentre può essere molto doloroso, è improbabile che causi gravi problemi di salute.

    Medusa

    Le meduse pungono migliaia di persone ogni anno nelle acque spagnole, tuttavia la maggior parte non causa alcun problema di salute grave.

    Le meduse qui sotto sono quelle più velenose in Spagna a cui dovresti prestare attenzione.

    Purple Stinger – Queste meduse sono di colore viola o malva con una copertura ad ombrello a forma di campana.

    I loro tentacoli possono raggiungere i tre metri di lunghezza.

    Le punture di queste meduse possono essere sgradevoli e dolorose, spesso lasciano cicatrici, ma non sono letali.

    Meduse a cappello di fiore – Queste creature sono di solito bianche o chiare con tentacoli simili a vermi dalla punta rosa.

    Le loro punture causano un’eruzione cutanea che raramente è fatale per gli esseri umani, tuttavia questa specie ha causato una morte negli anni ’70.

    Medusa vespa di mare – Conosciuta anche come medusa scatola europea, questa specie è tipicamente traslucida. Non è così comune come alcune delle altre nella lista, e la sua puntura non è neanche lontanamente pericolosa come la mortale medusa scatola australiana.

    Caravella portoghese – La Caravella portoghese in realtà non è tecnicamente una medusa, anche se sembra tale e – secondo il National Geographic – è infatti composta da molti organismi più piccoli.

    È una delle creature più letali della nostra lista e le sue punture possono essere pericolose per la vita.

    Sfortunatamente, sono diventate più diffuse nelle acque europee nell’ultimo decennio.

    Sono di colore blu e viola e galleggiano sopra l’acqua invece che sotto.

    Fate attenzione però perché i loro tentacoli possono raggiungerei 10 metri di lunghezza, quindi se ne avvisti una e pensi di essere abbastanza lontano da lei, dovresti comunque uscire dall’acqua.

    Scorpioni

    Gli scorpioni si possono trovare in tutta la Spagna.

    Le due specie velenose che si possono trovare qui sono lo scorpione giallo, a volte chiamato anche scorpione mediterraneo e lo scorpione europeo dalla coda gialla, così chiamato perché è nero con una coda gialla.

    Le loro punture, anche se dolorose, è improbabile che causino danni seri.

    Bruchi e centopiedi

    La maggior parte dei bruchi e dei millepiedi sono completamente innocui in Spagna, ma ce ne sono due che possono causare reazioni se toccati.

    Questi sono i bruchi pelosi della processionaria del pino, che possono causare un’eruzione cutanea e persino una cecità temporanea.

    Il millepiedi a bande Megariano è comune in Spagna ed è di colore nero e giallo.

    Il suo morso è doloroso, ma è molto raro che causi seri problemi di salute.

    Zecche e zanzare

    Altre specie di cui devi essere consapevole, che non sono velenose, ma che possono portare malattie potenzialmente dannose, sono le zecche e le zanzare.

    L’estate scorsa c’è stata  in Andalusia un’epidemia del virus del Nilo occidentale, che è portato dalle zanzare.

    Franco Leonardi

     

    Articoli correlati