Questi cambiamenti dovrebbero entrare in vigore a luglio.

La nuova legge sul traffico sarà approvata, se le scadenze stabilite saranno rispettate, verso il mese di luglio.

È la riforma della legge sul traffico, la circolazione dei veicoli a motore e la sicurezza stradale, che cambierà molte delle abitudini dei conducenti spagnoli, e con la quale il governo mira a raggiungere la sfida europea di ridurre i morti in incidenti del 50% nei prossimi anni.

Tra le principali modifiche incluse in questo regolamento c’è l’aumento da 3 a 6 dei punti da detrarre per la guida mentre si tiene un telefono cellulare in mano e il mantenimento della multa di 200 euro e 3 punti di penalità se il trasgressore utilizza il dispositivo ma non lo ha in mano.

Aumentare da tre a quattro i punti da detrarre per il mancato utilizzo di cinture di sicurezza, sistemi di ritenuta per bambini, caschi e altri elementi di protezione.

E incorpora come causa della perdita di questi punti il fatto di non usarli correttamente.


D’altra parte, la Direzione Generale del Traffico (DGT) ha anche messo l’accento sui test di guida in modo che gli studenti arrivino perfettamente formati a questi test.

Per esempio, l’esame di teoria includerà video con immagini di veri incidenti stradali in cui si chiederà ai candidati come reagire.

Un altro cambiamento riguarda i tempi di attesa tra i test.

A partire dalla riforma, il pagamento delle tasse vi darà la possibilità di fare due esami, a non più di sei mesi di distanza.

Infine, la DGT prepara anche una multa che non si può barare nel test di guida utilizzando dispositivi di interfono.

“Un’infrazione molto grave è inclusa: commettere frodi nei test di guida utilizzando dispositivi di comunicazione”, ha osservato la DGT.

E la pena sarà di 500 euro e sei mesi senza poter essere esaminato.

Alberto Moroni