Ieri nel comune si è svolta la cerimonia di presentazione del bozzetto del tappeto di sabbia, il noto Tapiz magnus del Corpus Christi.

Gli stand nella piazza del comune indicano aria di festa.

Da sempre e quest’anno magari indicano la speranza di uscire quanto prima dalle restrizioni per il virus.

Grande euforia ieri e grande scetticismo.

Nei social alla presentazione del bozzetto seguono commenti che chiedono quale sia la necessità di dedicarsi al tappeto sapendo che le processioni e gli eventi a grande richiamo  sono annullati.

In ordine il Parroco don Oscar Guerra, il sindaco Francisco Linares, l’assessore al turismo Alexis Pacheco, il responsabile bozzetto tappeto Domínguez González

Quale la necessità.


In realtà c’è proprio la voglia di riprendere la vita di prima.

Di ammirare, come sempre qualcosa che si faceva prima del virus in modo da non dichiarare il virus come un momento di rottura e cambio perenne.

Il virus è rappresentato nel bozzetto in ben due immagini, l’intubato e  due  generazioni con mascherine.

La sacra famiglia poi rappresentata in primo piano e varia simbologia lungo i 775 mq dei 945 disponibili della piazza.

Il pesce simbolo del cristianesimo con le lettere greche iota, chi, theta, ypsilon e sigma la croce, e la C, L O ad indicare Corpus e La Orotava.

Insomma, la voglia di archiviare il tappeto virtuale dell’anno passato è tanta.

E la voglia di fiducia nella ripresa sarebbe rappresentata anche dai cerchi bianchi nella zona nera ad indicare la luce nelle tenebre. 

C’è poi una simbologia chiara nelle canne a forma di croce con all’interno un piccolo cerchio di pietra: rappresentano la prudenza con il distanziamento sociale.

Le croci di canna sono distanti 1,5 metri l’una dall’altra. 

La classica infiorata per le strade cittadine è annullata ma all’interno del tappeto di sabbia i fiori sono un elemento importante che denotano speranza e voglia di vita gioiosa e colorata.

Da un punto di vista religioso la tradizione di camminare sui petali verrà comunque preservata perché è prevista una infiorata, last minut (per il rapido deterioramento dei fiori) nella chiesa de la Concepcion.

Tuttavia, riconosce il sindaco che nonostante i segnali di speranza possano suggerire un percorso per l’assistenza in persona al tappeto, sia nei giorni durante la realizzazione che a tappeto finito,  si è sempre soggetti alla normativa relativa l’emergenza sanitaria ed è richiesto quanto meno il buon senso dei visitatori.

Dalla web comunale e dal canale youtube del comune si potrà seguire il progresso del tappeto.

Giovanna Lenti