Riunirà una ventina di opere d’arte provenienti da chiese, confraternite e case private.

La Orotava ospiterà tra il 22 marzo e il 4 aprile la mostra di arte sacra Passio Domini.

L’eredità del popolo, in coincidenza con gli ultimi giorni di Quaresima e tutta la Settimana Santa.

Si tratta di una mostra che comprenderà una ventina di opere d’arte, molte delle quali inedite fino ad ora, provenienti da parrocchie del comune, confraternite, municipio, cappelle e collezioni private.

Tutte avranno un elemento comune: la rappresentazione della Passione e Morte di Gesù Cristo, il culto e la liturgia nella Chiesa, così come gli elementi più rappresentativi delle confraternite e la devozione materiale e immateriale delle case durante la Settimana Santa.

La Passio Domini può essere visitata nello spazio espositivo San Roque, sul retro della chiesa di San Agustín, tutti i giorni della settimana dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00.


Il giovedì santo, il venerdì santo e il sabato santo sarà aperto dalle 10:00 alle 13:00, mentre l’ultimo giorno, la domenica di Pasqua, sarà aperto dalle 17:00 alle 20:00.

La mostra è organizzata dal museo d’arte sacra El Tesoro de la Concepción, insieme alla Parroquia Matriz de Nuestra Señora de la Concecpión e la Diocesi Nivariense, e ha la collaborazione dell’Ayuntamiento de la Villa de La Orotava, che ha facilitato il montaggio e l’edizione di una guida-catalogo della mostra.

“La venerazione intima in casa è stato l’unico modo di esprimere la fede, soprattutto durante la Settimana Santa 2020.

Quest’anno, le circostanze sono leggermente cambiate e quindi non abbiamo voluto perdere l’opportunità di rivalutare quel patrimonio, quello che i nostri anziani ci hanno lasciato e che si è manifestato più che mai nell’intimità della casa, costretto dalla pandemia che stiamo vivendo”, dicono da El Tesoro de la Concepción.

Bina Bianchini