More

    Trucchi per non risultare positivi ai test dell’alcolemia, funzionano?

    Alcuni automobilisti pensano erroneamente che la gomma da masticare, l’esercizio fisico o l’acqua impediranno loro di risultare positivi al test.

    La premessa “se bevi, non guidare” dovrebbe essere un mantra per tutti i conducenti.

    Infatti, non bere alcolici è il modo migliore per evitare il test positivo.

    È stato calcolato che, su 100 incidenti mortali, l’alcol è coinvolto in un numero di incidenti tra i 30 e i 50, secondo la Dirección General de Tráfico (DGT) sul suo sito web.

    Alcuni automobilisti pensano che, con qualche trucco, riusciranno a ingannare l’etilometro o a segnare un tasso alcolemico consentito: sono molti i miti e le false credenze che circolano riguardo all’alcol e alla guida.

    Tuttavia, la risposta è che nessun trucco è abbastanza buono per aggirare il test dell’etilometro.

    Se è vero che alcune sostanze di forte sapore e odore possono assorbire quantità minime di alcol in bocca, come il caffè, il dentifricio o le gomme da masticare, nessuna di queste riduce la loro presenza nell’aria alveolare.

    Migliorano il respiro, ma non rimuovono l’alcol dal corpo, che è ciò che gli etilometri registrano.


    È stato anche detto che l’esercizio fisico aiuta a bruciare più rapidamente l’alcol perché, forzando la circolazione del sangue, e rompendo una sudorazione, il nostro corpo lo elimina e il tasso di alcol è più basso.

    Tuttavia, il suo effetto è quasi trascurabile e, a seconda di come, compiere uno sforzo eccessivo può essere controproducente per la salute.

    Con il passare del tempo, la quantità di alcol nel sangue si riduce; si stima che il corpo elimini 0,20 grammi/litro per ogni ora, quindi dovremmo aspettare un minimo di cinque ore perché il tasso alcolico non sia superiore a quello consentito.

    Tuttavia, anche questo non è un calcolo affidabile, poiché dipende dalla quantità di alcolici e dalle caratteristiche fisiche di ogni persona.

    Alcuni pensano che se si soffia lentamente e delicatamente sull’etilometro, non si percepisce la quantità di alcol.

    Ciò che accadrà, tuttavia, è che l’ufficiale vi costringerà a ripetere il test fino a quando la scadenza non sarà abbastanza forte e veloce per effettuare la misurazione.

    Ricordate che la polizia può penalizzare i conducenti che non collaborano al test.

    C’è la convinzione che se beviamo molta acqua espelliamo prima l’alcol dal nostro corpo.

    Ma quello che buttiamo via è soprattutto acqua e la quantità di alcol che viene rilasciata è molto piccola, quindi difficilmente cambia il risultato della misurazione.

    Altre “soluzioni” che si sono sentite negli anni per non risultare positive nel controllo dell’alcool rasentano la stravaganza: bere olio, succhiare una moneta, mangiare erba…

    Niente di tutto questo altera il nostro organismo e lo libera dall’alcool.

    Bisogna essere molto critici nei confronti di tutti questi argomenti sbagliati.

    Sulla base di informazioni adeguate, dobbiamo valutare il rischio reale che deriverà dalla guida in stato di ebbrezza.

    Inoltre, dobbiamo tenere a mente ciò che dice il DGT: se si beve e si guida, è solo questione di tempo prima di avere un incidente.

    Bina Bianchini

     

    10 anni di successi grazie alla fiducia dei nostri sponsor e di tutti gli affezionati lettori

    Articoli correlati