I permessi sono stati concessi a Mercadona, due capannoni industriali e due edifici; il Comune assicura che la situazione di “paralisi” dall’inizio dell’anno è finita.

Venerdì scorso il sindaco di Arona, José Julián Mena, ha firmato le prime licenze urbanistiche per le grandi opere che andranno avanti quest’anno.

Secondo il giornale, si tratta di un totale di otto licenze che comporteranno un investimento di oltre 4,8 milioni di euro per il comune.

A questi vanno aggiunti altri quattro permessi di “separazione”, la procedura che viene rilasciata per separare una porzione di terreno e costituire una nuova proprietà.

Le licenze più importanti, in base alla loro entità economica, corrispondono alla costruzione del marchio di supermercati Mercadona, con un investimento di 3,9 milioni di euro, due magazzini industriali e due edifici, di cui uno di quattro piani.

Fonti comunali hanno confermato che con le prime importanti concessioni edilizie dell’anno, la “situazione di paralisi” in ambito urbanistico è finita.


Va ricordato che il 22 giugno il capo di questo dipartimento, Luis García, è stato licenziato a causa di discrepanze con l’Ufficio del Sindaco in questioni come la costruzione del centro Artslife & Shopping a Punta del Camisón (Playa de Las Américas), attualmente paralizzato e sigillato, e sul quale la Procura Provinciale ha aperto un’indagine d’ufficio.

I lavori dell’edificio menzionato, situato nella prima linea di costa, tra le spiagge di Las Vistas e El Camisón, hanno fatto sì che il gruppo di governo si sia spezzato a metà, e ha portato il sindaco ad assumere personalmente le gare di Urbanistica e Patrimonio.

Il gruppo governativo ha già dato una cifra sulle conseguenze economiche della paralisi nella concessione delle licenze, situazione ulteriormente aggravata dalla pandemia di coronavirus.

Complessivamente gli investimenti interessati ammontano a oltre 175 milioni di euro.

Allo stesso tempo, il Comune di Arona ha annunciato un piano d’emergenza nel settore della pianificazione urbana per ridurre i ritardi nel trattamento delle licenze e un rafforzamento delle risorse attuali con nuovo personale.

In particolare, la Corporación ha avviato le procedure per la selezione di architetti, geometri e ingegneri, la cui creazione è già inclusa nel budget di quest’anno, oltre a fornire la posizione di direttore o manager di Urbanistica, Ambiente e Infrastrutture, che sarà la massima autorità in questo settore.

José Julián Mena ha sottolineato “l’importanza e l’enorme necessità che il comune ha di sbloccare la gestione dell’area urbanistica” e ha elogiato il lavoro del personale tecnico.

Pur riconoscendo che “resta ancora molto lavoro da fare” per far progredire la pianificazione urbanistica ad Arona, si è sottolineato che lo sblocco di investimenti del valore di 4,8 milioni di euro “permetterà la creazione di posti di lavoro e di opportunità nel comune in un momento così complesso come quello attuale”.

Michele Zanin