Annusare i fiori di gelsomino è “efficace come il Valium” nel ridurre lo stress e l’ansia.

Le piante sono ottime per decorare le nostre case, ci portano anche vari benefici per la salute, aiutano a purificare l’aria e se sappiamo come usarle nel modo giusto, possono anche aiutarci con lo stress e l’ansia e l’insonnia.

Invece di un sonnifero o di un antidepressivo, considerate la possibilità di riempire i polmoni con l’aroma del gelsomino fresco.

Le scansioni cerebrali hanno rivelato che inalare l’essenza del gelsomino aumenta gli effetti di una sostanza chimica chiamata GABA sulle cellule nervose, alleviando l’ansia e promuovendo il riposo.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sul Journal of Biological Chemistry.

I ricercatori hanno testato centinaia di fragranze per il loro effetto sui recettori GABA negli esseri umani e nei topi e hanno scoperto che il gelsomino ha aumentato l’effetto del GABA di più di cinque volte.


“Abbiamo scoperto un nuovo tipo di modulatore del recettore GABA che può essere diffuso attraverso l’aria che si respira”, ha detto il professor Hanns Hatt dell’Università della Ruhr al Telegraph.

Il nome Jasmin deriva dallo yasmin persiano che significa “un dono di Dio”, per l’intenso profumo dei suoi fiori.

Gli aromaterapisti lo promuovono da tempo come rimedio naturale per lo stress, l’ansia, la depressione, l’affaticamento, i crampi mestruali e i sintomi della menopausa.

Si dice anche che agisca come un afrodisiaco.

Oltre al suo delizioso aroma, mantenere le piante in appartamento o in terrazza in generale è un ottimo modo per aumentare i livelli di ossigeno nella vostra stanza e migliorare la qualità dell’aria.

I ricercatori hanno trovato un legame diretto tra lo stress e i livelli di ossigeno e hanno dimostrato che alti livelli di tossine nell’aria portano all’ansia e allo stress.

L’olio essenziale di Gelsomino, dal profumo fiorito e avvolgente, viene estratto dai fiori della pianta.

Agisce in profondità sul piano emozionale.

Favorisce l’armonia della coppia e risveglia la sensualità.

L’energia sottile del Gelsomino apporta armonia e induce ad una maggiore consapevolezza sui bisogni più veri e profondi dell’anima.

Apporta ottimismo, fiducia e sicurezza, facilita l’apertura verso l’altro.

Aiuta a superare i condizionamenti esterni, anche quelli dettati da un’educazione molto rigida.

Antidepressivo, rilassante, tonico uterino, afrodisiaco, eudermico, antisettico, stimolante delle mestruazioni, antispasmodico, afrodisiaco.

Come altri oli essenziali estratti da fiori bianchi, ha un effetto benefico sul sistema nervoso.

Veniva anticamente utilizzato nell’albuterapia (dal latino albus: bianco) in caso di eccessivo stress o stanchezza.

Può essere diffuso nelle ore serali per distendere i nervi, alleviare il senso di fatica e rinnovare le energie.

Una delle maggiori virtù del Gelsomino riguarda il sistema genitale femminile: la sua azione si rende utile in caso di dolori mestruali e per tutti i disturbi di questa zona che possono avere origine psicosomatica, quali ad esempio infiammazioni e irritazioni.

L’olio essenziale, se massaggiato sul basso ventre, è dolcemente riscaldante, stimola l’afflusso sanguigno e contribuisce a distendere la muscolatura.

Poiché agevola il ciclo mestruale, il massaggio con l’olio essenziale di Gelsomino è sconsigliato in gravidanza.

È invece consigliato durante il travaglio, per agevolare il parto.

Il Gelsomino si dimostra un prezioso alleato della bellezza: distende la pelle, la tonifica e la rivitalizza.

Attenua rughe, screpolature e arrossamenti.

Sono sufficienti 3 o 4 gocce all’interno di 50 ml di crema viso per beneficiare delle virtù dei suoi principi attivi e godere del suo inebriante profumo.