L’Assessore alla Gestione dell’Ambiente Naturale e della Sicurezza, Isabel García, ci ricorda che “l’uso del fuoco è proibito, sia nelle zone barbecue che con qualsiasi dispositivo mobile, e la capacità sarà di un massimo di 10 persone per tavolo, in cui si raccomanda l’uso di tovaglie non monouso. Le ore di utilizzo saranno attivate tra le 10 e le 17 ore.

Le aree di campeggio possono essere utilizzate previa autorizzazione ottenuta attraverso la Prenotazione Centrale del Cabildo de Tenerife e non si possono formare gruppi di più di 20 persone.

L’Assessore ha sottolineato che “abbiamo così attivato alcuni spazi richiesti dai cittadini, ma dobbiamo ricordare che è indispensabile rispettare le misure dettate dal governo delle Canarie, una volta completata la fase 3 del piano di transizione verso una nuova normalità”.

Una volta terminato lo stato di allarme, e in applicazione delle norme sanitarie approvate dal Governo delle Canarie, è necessario procedere alla loro graduale riapertura con l’approvazione delle necessarie misure preventive”, ha indicato l’assessore Isabel García, che ha aggiunto che “conteremo sulla collaborazione degli organi e delle forze di sicurezza dello Stato per la supervisione e il controllo di queste aree, con particolare attenzione ai fine settimana”.

In questo modo, da sabato 27 saranno aperte le aree ricreative di Las Raíces a El Rosario, Llano de los Viejos a La Laguna, La Quebrada a Tegueste, Las Lajas a Vilaflor, La Caldera a La Orotava, Chío a Guía de Isora e San José de los Llanos a El Tanque, rimanendo chiuse le altre.

Queste aree saranno aperte tra le ore 10.00 e le ore 17.00 e sarà vietato l’uso di fornelli e qualsiasi altro dispositivo portatile per fare il fuoco.


La capacità sarà di un massimo di 10 persone per tavolo. Per motivi igienico-sanitari, si consiglia l’uso di tovaglie di stoffa o altro materiale non monouso.

Il numero di persone all’interno di ogni modulo dei bagni non può superare il numero indicato sul cartello. Il turno sarà aspettato all’esterno, in fila e con una distanza minima di 1,5 metri tra le persone.

Infine, l’obbligo di indossare una mascherina quando si passa attraverso le aree comuni viene ricordato quando la distanza di sicurezza di 1,5 metri non può essere mantenuta rispetto alle persone al di fuori del gruppo stesso.

Per quanto riguarda le aree di sosta/campeggio, saranno di nuovo attive quelle di Las Raíces a El Rosario, Las Lajas a Vilaflor, La Caldera a La Orotava, Chío a Guía de Isora e Arenas Negras a Garachico.

Per quanto riguarda le aree di campeggio, possono essere utilizzate previa autorizzazione ottenuta attraverso la Central de Reservas del Cabildo de Tenerife. In ogni caso, in conformità alle norme sanitarie regionali, durante l’attività non possono essere formati gruppi di più di 20 persone.

I campi di El Lagar, Madre del Agua e Barranco de la Arena rimarranno chiusi fino a nuovo avviso.

Il Centro di riserva rimarrà inoltre inutilizzabile per l’attività di grandi gruppi in aree ricreative organizzate da enti e aziende, e non sarà autorizzato alcun tipo di evento culturale, artistico, sportivo, religioso, politico o simile.

dalla Redazione