Questo mese è stato piuttosto complicato per tutte le forze dell’ordine impegnate nel far rispettare la quarantena e allo stesso tempo proteggere e garantire la sicurezza dei cittadini e degli immobili chiusi, mettendo a rischio la propria salute.

I controlli, le multe e gli arresti per infrangere la restrizione sono stati moltissimi, però devo ammettere che il lavoro effettuato per il corpo della polizia nazionale è stato impeccabile.

Tutte le chiamate ricevute denunciando chi aveva infranto le regole del confinamento e non solo, hanno avuto pronta risposta e gli interventi sono stati sempre proporzionali alla situazione.

Sfortunatamente però alcuni delinquenti, approfittando della situazione, hanno perpetrato vari delitti di furto e scasso in negozi, ristoranti e hotel dell’isola che si trovavano senza vigilanza.

Alcuni proprietari, considerando che le restrizioni e le forze dell’ordine impegnate nei controlli stradali fossero sufficienti, hanno preso la cattiva decisione di ridurre o eliminare la sicurezza privata allo scopo di limitare i costi, però questa decisione si è rivelata errata ed il costo decisamente elevato.

I locali e le installazioni turistiche che hanno mantenuto la sicurezza privata si sono ripagati la spesa non avendo avuto nessun furto e neppure tentativi di accedere agli stabilimenti, grazie al lavoro svolto dai colleghi.


Quando la società è assorta da mille problemi quotidiani, spesso il doversi fermare a un posto di blocco o dover registrarsi prima di accedere a un edificio può portare a pensare che le forze dell’ordine siano persone che rallentano lo svolgersi del lavoro, senza rendersi conto che questi professionisti possiedono informazioni che altri non hanno e quando “Fanno perdere tempo” è sempre fatto con una ragione valida e volta a proteggere tutti.

Lasciando da parte le cose che poteva o no fare il governo, e senza dare opinioni sul suo operato, in questi momenti così delicati inviterei tutti a elogiare ed apprezzare il lavoro svolto per tutte le persone che lavorano nel settore della sicurezza e l’impegno che stanno dimostrando per offrire la possibilità di tornare tutti al lavoro il prima possibile.