Il comune di Arona conta più di 10.000 iscritti italiani, il 23% dei suoi abitanti stranieri; ad Adeje e Granadilla è anche la più grande comunità straniera

L’esplosione demografica nel sud di Tenerife, fenomeno che si estende in tutta la regione e che coincide con gli anni migliori della storia del settore turistico, indica Arona come la terra promessa per chi viene da fuori alla ricerca di un’opportunità.

Quasi la metà della sua popolazione attuale (46%) proviene dall’esterno della Spagna, soprattutto dai paesi dell’UE.

Il boom dell’immigrazione fa di questa città del sud uno dei comuni culturalmente più diversificati del paese e dell’Europa.

Nei suoi 82 chilometri quadrati vivono non meno di 123 nazionalità provenienti dai cinque continenti.

Ma se c’è una nazionalità che, negli ultimi anni, supera di gran lunga gli altri cittadini stranieri è quella italiana che ha scalzato gli inglesi, i tedeschi e i belgi dal podio.


Ad Arona risiedono stabilmente non meno di 10.253 cittadini del paese dello Stivale, una cifra che rappresenta il 23% del totale degli abitanti arrivati dall’estero e più del 10% della popolazione totale del comune.

Del resto, basta passeggiare per Los Cristianos per un po’ o bere un drink in una qualsiasi caffetteria per vedere che la lingua più parlata è l’italiano.

La colonia italiana registrata ad Arona proviene da tutta la penisola italiana e supera già in popolazione 13 comuni dell’isola di Tenerife e dell’intera isola di El Hierro.

Oltre alle aspettative di lavoro e a un costo della vita più basso, anche altri fattori come le similitudini culturali, i costumi e il clima, con un ruolo speciale per il sole e la spiaggia, spiegano questo fenomeno.

Il settore dei servizi, in particolare ristoranti, caffetterie, alberghi e negozi sono gli stabilimenti dove la maggior parte delle persone trova velocemente un lavoro.

I politici locali non sono estranei a questo fenomeno (ci sono in gioco più di 10.000 voti) e stanno già studiando come rendere redditizia la diaspora dal Paese transalpino in termini elettorali.

Anche altri comuni limitrofi, come Adeje, Guía de Isora, Santiago del Teide, San Miguel de Abona e Granadilla hanno visto aumentare le loro liste di cittadini italiani.

In quest’ultima città il numero ad oggi è vicino a 3.500 e ad Adeje fonti comunali hanno confermato che la comunità italiana ha già superato quella britannica.

Ufficiosamente si presume che la cifra superi i 20.000 abitanti della regione.

La classifica delle nazionalità con il maggior numero di abitanti di Arona è guidata dagli spagnoli (51.415), seguiti dagli italiani (10.253), dagli inglesi (7.529), dai tedeschi (2.340), dai belgi (2.036), dai cinesi (1.893), dai marocchini (1.626), dai cubani (1.482), dai senegalesi (1.186) e dai venezuelani (1.182).

dalla Redazione