Fraga e Mena incolpano i precedenti governi delle Isole Canarie per l’attuale carenza di alloggi sociali e chiedono unità d’azione tra amministrazioni e imprenditori.

I principali comuni turistici del sud di Tenerife, Adeje e Arona, chiedono al governo delle Canarie di costruire più alloggi sociali, vista la forte domanda nella regione e i prezzi esorbitanti degli affitti.

Due fattori che costringono i lavoratori a cercare casa in luoghi sempre più lontani dal posto di lavoro, il che a sua volta aggrava i problemi di traffico nella regione.

Entrambi i consigli comunali rimproverano i precedenti governi delle Isole Canarie per la carenza di alloggi pubblici nella regione.

Sono anche fiduciosi che l’attuale governo regionale affronterà il problema con un fermo impegno, poiché, a loro avviso, non sono più ammessi ritardi.

Il sindaco di Adeje, José Miguel Rodríguez Fraga sottolinea che c’è un ritardo storico generato dai precedenti governi regionali, che non hanno soddisfatto la domanda dei comuni.


Ora, invece, sembrerebbe che questa lacuna stia per essere colmata e che si cominci a cercare di pianificazione la costruzione di case nei prossimi anni.

Il presidente dice che ad Adeje esistono terreni per costruire case a prezzi accessibili e il comune si è già messo a disposizione del governo per far partire un piano d’azione il prima possibile.

A suo avviso, si tratta di un problema globale in cui le amministrazioni regionali, insulari e comunali, oltre al settore imprenditoriale, dovrebbero essere coinvolte in maniera corale.

José Julián Mena, sindaco di Arona, il comune più popoloso del Sud, con 100.000 abitanti, ha detto che la costruzione di alloggi pubblici è stata la grande assente nell’Arcipelago negli ultimi anni.

Ritiene sia assolutamente necessario che il governo delle Isole Canarie, di pari passo con lo Stato – le due amministrazioni che hanno poteri in questo settore – costruiscano alloggi pubblici.Mena ha sottolineato che nel nuovo piano generale di sviluppo, attualmente in fase di revisione, la costruzione di abitazioni sarà una delle priorità.

Entrambi i leader ricordano che, oltre al fermo della costruzione di alloggi pubblici negli ultimi anni, ci sono altri fattori che influenzano l’aumento dei prezzi degli affitti.

Rodriguez Fraga e Mena indicano anche l’affitto vacanze come concausa dell’aumento del canone, modalità per la quale chiedono una regolamentazione logica e coerente.

Secondo il sindaco di Arona, la vacanza o l’affitto turistico deve avvenire nella zona turistica o di vacanza.

L’opposto genera una pressione sui prezzi del canone nelle zone residenziali, il che rende molto difficile per i residenti accedere agli alloggi, e può anche generare problemi di coesistenza.

Sia José Miguel Rodríguez Fraga che José Julián Mena insistono sul fatto che il Sud è il motore economico dell’isola di Tenerife, dove si genera più occupazione e questo determina che migliaia di persone vogliano vivere in quella zona per essere il più vicino possibile al luogo di lavoro.

Ugo Marchiotto