Il nuovo centro commerciale del Grupo Número 1e della sua filiale Archigestion, Amid Achi, che gestisce con questi 18 grandi centri commerciali nelle Canarie, dieci a Tenerife e otto a Las Palmas, offre una grande offerta di svago e commercio, dando lavoro diretto a circa 300 persone.

Con una superficie di 10.000 mq, riunirà 40 locali distribuiti su tre piani commerciali aperti, con terrazze e un totale di 224 posti auto gratuiti.

Il costo della sua costruzione ha raggiunto i 20 milioni di euro, ha detto Luis Leguina, che ha anche avanzato che il centro è venduto in pieno e che entro un mese ci sarà uno spazio per il tempo libero, perché l’idea è di trasformare Rosa Center in un richiamo per le famiglie.

Sfruttando i dislivelli della strada, si ottiene l’accesso pedonale diretto a tutti i piani, il che rende questo centro un edificio funzionale, accogliente e molto confortevole.

Il Rosa Center, il cui nome rende omaggio a Rosa Delia González Gil, braccio destro di Amid Achi e direttore generale del gruppo per molti anni, è concepito come un centro aperto con ampie terrazze all’ultimo piano, con vista spettacolare sul mare e sull’isola di La Gomera.

Al piano terra si trovano un supermercato Hiperdino di 1.600 mq e un negozio sportivo Sprinter di 500 mq.


Saranno accompagnati da attività di servizio come parrucchieri, accessori per computer e telefono, complementi, ecc.

Al primo piano viene distribuita una gamma completa della moda con due insegne del gruppo Inditex: Lefties, con 1.100 metri, e Stradivarius.

Ci sarà anche il gruppo Tendam, che aprirà Women Secret e Springfield.

Altri marchi di spicco presenti sono Wanna Sneakers e Oteros, calzature sportive, che apre il suo primo negozio qui alle Canarie.

Esprit, Salsa, Rickys e Obu completano l’offerta commerciale di questo piano.

Il pavimento della terrazza sarà dedicato principalmente al tempo libero e ai ristoranti, fra cui Burger King.

Ci sono ancora alcuni locali disponibili nel Rosa Center in varie dimensioni ed è possibile affittare e vendere, essendo un progetto adatto al RIC, che lo rende più interessante per gli investitori.

Il Rosa Center, a Playa Paraíso, è integrato in un ambiente con un grande sviluppo turistico e residenziale degli ultimi anni, soprattutto dopo l’apertura dell’hotel Hard Rock e la recente apertura dell’H10 Atlantic Sunset.

Nella zona sono previsti diversi hotel a quattro e cinque stelle, che ne fanno l’area di espansione naturale del sud di Tenerife, insieme a infrastrutture come il futuro porto di Fonsalía.

La sfida consiste nello sfruttare la crescita che l’area sta vivendo, per fornirle un’offerta commerciale completa e di qualità, per far sì che risponda alla nuova domanda che è stata creata, ed è proprio quello che Rosa Center porterà a questo importante nucleo alberghiero e residenziale del comune di Adeje.

Il Rosa Center, che è di medie dimensioni all’interno dei centri commerciali, è stato progettato per soddisfare i più recenti standard di efficienza energetica, illuminazione a LED in tutte le aree comuni, caricabatterie per auto elettriche, ecc.

All’interno ha una grande fontana con vegetazione che contribuirà a rinfrescare il centro commerciale e a creare un’atmosfera e un’estetica molto piacevole.

Il Gruppo Numero 1 è un gruppo imprenditoriale delle Canarie, con un’attività diversificata in diversi settori, oggi leader nella gestione, commercializzazione e consulenza di centri commerciali nelle Isole, attraverso la sua filiale Archigestión, con più di 400.000 metri quadrati in tutti i suoi centri.

La fedeltà di buona parte degli operatori commerciali e l’ottimizzazione dei costi di gestione dei centri commerciali, ottenendo economie di scala, fanno della redditività degli investitori il massimo in questo tipo di attività.

Al fine di sviluppare la gestione dei centri commerciali, Archigestión attua e innova strategie basate sulle ultime tendenze di questi locali, che sono ormai parte indispensabile della società contemporanea, diventando un luogo di incontro per migliaia di persone, nonché uno spazio per la gastronomia, il tempo libero e lo sport.

Franco Leonardi