Chyrsaora colorata

L’acquario del Loro Parque espone 9 specie diverse di medusa che si autofecondano per partenogenesi, per la prima volta in tutta la Spagna.

La conoscenza acquisita lavorando con un’ampia varietà di specie e popolazioni è uno strumento prezioso per la ricerca e la conservazione

L’acquario Loro Parque è diventato l’unico luogo in Spagna dove è possibile osservare fino a nove diverse specie di meduse nella mostra AquaViva.

Phyllorhiza puntata

Questa grande mostra è diventata così uno strumento prezioso per la ricerca e la conservazione.

In questo senso, il lavoro dell’equipe acquariofila sulla partenogenesi delle specie di meduse aiuta a conoscere le loro esigenze biologiche e ad applicare tutte queste conoscenze a favore della conservazione.

Inoltre, questi invertebrati, che sono composti al 95% di acqua, svolgono un ruolo molto importante nel mondo marino perché sono molto utili per controllare gli stock di plancton (soprattutto zooplancton) e fornire idratazione nella dieta dei predatori migratori.


Chyrsaora achylos

Così, nonostante la loro “cattiva reputazione”, questi animali sono un grande anello della catena alimentare marina.

Infatti, questi organismi invertebrati sono bioindicatori della salute dei nostri oceani e possono funzionare come organismi che, proliferando, deregolamentano interi ecosistemi.

Nel Loro Parque, i visitatori possono osservare e conoscere queste nove specie: Phyllorhiza punctata, Sanderia malayensis, Chrysaora achlyos, Chrysaora colorata, Chrysaora pacifica, Rhizostoma pulmo, Pelagia noctiluca, Phacellophora camtschatica e Aurelia aurita.

Inoltre, altre tre nuove specie stanno già crescendo in quarantena e dovrebbero essere osservate in mostra nei prossimi mesi.

Bina Bianchini

Pelagia noctiluca