Cherne encebollado

4 fette di cernia senza spine

2 peperoni rossi

1 peperone verde

1 cipolla

2 cucchiai di salsa di pomodoro


Olio d’oliva

2 cucchiai di farina

Mezzo bicchiere di vino bianco

Timo

alloro

pepe

sale

Passare le fette di pesce, dopo averle sciacquate in acqua fresca ed asciugate con carta cucina, nella farina.

Mettere l’olio d’oliva in una padella e friggere il pesce infarinato, ma solo facendolo imbiondire e non friggere.

Mettere un po’ d’olio in un’altra padella e passare le cipolle e i peperoni tagliati a striscioline sottili (tipo Julienne).

Quando le cipolle e i peperoni sono cotti, aggiungere le 4 fette di cernia, 1 o 2 cucchiai di passata di pomodoro (da non far diventare rosso il sugo, solo rosato), aggiungere il timo, l’alloro, un po’ di pepe a piacimento e mezzo bicchiere di vino.

Coprire il tutto e far cucinare lentamente per almeno 20 minuti.

Scoprire la padella e far rosolare fino a quando non ci sarà più vino nel sugo.

Servire ben caldo con dei crostini di pane e aglio.

Bina Bianchini