In Spagna, e quindi anche nelle Isole, non solo in estate, amiamo le zuppe fredde e le creme come il salmorejo, l’ajoblanco o il gazpacho.

Tanto che ce ne sono migliaia di versioni diverse.

In questa occasione vi presentiamo questo gazpacho ai frutti di mare, un piatto semplice ma allo stesso tempo gustoso ed elegante che può servirvi il più presto possibile per una cena estiva, ma anche per un antipasto natalizio. Vi innamorerete della nota di sapore che i molluschi contribuiscono!

Per fare questo gazpacho con i frutti di mare, la prima cosa da fare è immergere il pane in un po’ d’acqua.

Mentre il pane si ammorbidisce, sbucciare la cipolla e tritarla in brunoise non troppo fine, cioè a cubi di medie dimensioni.

Lavate i peperoni, togliete i semi e tritateli in pezzi medi, poi passarli nel bicchiere del mixer e renderli cremosi.


Sbucciare i pomodori.

Il modo migliore per farlo è scottarli.

Portare una casseruola al fuoco con molta acqua, quando bolle, mettere i pomodori tagliati a croce sulla buccia per 40 secondi.

Dopo questo tempo, travasarli in una ciotola con acqua e ghiaccio per fermare la cottura.

Poi sbucciarli semplicemente.

Aggiungere i pomodori nel bicchiere del mixer e aggiungere anche l’aglio in polvere o un piccolo aglio senza germe, in modo che non sia pesante da digerire.

Aggiungere le mandorle, il cetriolo, il pane (ben strizzato).

Sbattere bene il tutto e aggiungere l’olio, l’aceto, il sale e l’acqua fredda.

Frullare di nuovo.

Filtrare attraverso un setaccio e mantenere in frigorifero.

Servire il gazpacho ai frutti di mare molto freddo in ciotole e aggiungervi sopra dei frutti di mare cozze e vongole saranno perfette, ma si possono anche aggiungere le telline.

Terminare con qualche goccia d’olio o con qualche goccia di acqua di cottura dei molluschi.

Essendo un gazpacho se si vogliono diverse consistenze nel piatto può essere accompagnato da qualche crostino di pane.

Bina Binella