La Direzione Generale per la Protezione della Costa e del Mare ha ordinato all’impresa costruttrice di fermare i lavori di costruzione del nuovo complesso alberghiero alla Tejita entro 5 giorni a partire da venerdì 14 giugno, le associazioni impegnate nella difesa dello spazio naturale protestano

In diretta dalla Tejita. Cittadini e associazioni ambientaliste chiedono che i lavori vengano fermati fino all'arrivo della decisione del demanio sul limite della zona protettaEn directo la #manifestación "Salva la #Tejita" organizada para que los trabajos se paren hasta la decisión de #Costa para indicar exactamente donde se puede construir.Live from Tejita. Citizens and environment associations ask the constructor to stop building until Coastal Authority releases the new limit of protected areas#VideoLeggoTenerife#VLTdirecto

Gepostet von VideoLeggo Tenerife am Samstag, 15. Juni 2019

contro le nuove recinzioni innalzate nonostante lo stop e attendono la nuova delimitazione dell’area protetta, come spiega nel video Daniel Duque, rappresentante di Salvar la Tejita.

En la manifestación "Salva le Tejita" Daniel Duque portavoz de Salvar la Tejita nos habla de como sigue la llamada a la Gente de Tenerife para bloquear estos trabajos hasta que Costa declare donde se puede construir.#VideoLeggoTenerife#VLTdirecto

Gepostet von VideoLeggo Tenerife am Samstag, 15. Juni 2019

Allo stato della documentazione presentata dalla compagnia costruttrice, il Comune di Granadilla e il Cabildo di Tenerife, avevano firmato il 21 dicembre 2018 l’autorizzazione a iniziare i lavori e il 29 maggio scorso l’impresa ha cominciato a movimentare la terra per la costruzione, di fianco al centro commerciale, a ridosso delle dune, de La Tejita Beach Club Resort, oltre 25.000 metri quadri di superficie edificabile su tre piani per un totale di 883 nuovi posti letto.

La spiaggia della Tejita, come recita anche il sito ufficiale del turismo di Tenerife, è il luogo ideale in cui entrare in totale contatto con la natura.


Questa spiaggia lunga oltre un chilometro si trova a El Médano, Granadilla de Abona, vicino al maestoso cono vulcanico Montaña Roja. La zona è classificata come area naturale protetta.

Le associazioni Salvar La Tejita y la Asociación Tinerfeña de Amigos de la Naturaleza (ATAN) hanno chiesto all’Autorità Costiera di bloccare i lavori a fronte di una revisione del confine demaniale per proteggere il delicato ecosistema delle dune iniziata nel 2002 e ancora irrisolta.

La recinzione innalzata a ridosso delle dune, blocca il movimento naturale della sabbia come ha spiegato in questo video di #VideoLeggoTenerife Jaime Coello Direttore della Fondazione Telesforo Bravo.

Oggi #giornatamondiale dell'#ambiente, #VideoleggoTenerife vi porta in uno dei luoghi più selvaggi e allo stesso tempo minacciati dell'isola: La spiaggia della #TejitaJaime Coello, direttore della Fundación Telesforo Bravo, spiega le ragioni ambientali contro la costruzione dell'hotel e annuncia una manifestazione il 15 giugno per salvare la TejitaHoy es el #diamundial del #medioambiente, os llevamos en uno de los lugares más salvajes però también más amenazados de la isla: la playa de la TejitaJaime Coello, director de la Fundación Telesforo Bravo, nos explica las razónes contra la construcción del hotel y anuncia la manifestación del 15 de JunioToday is the #worldenvironmentday, we take you to one of the wildest but also most threatened places of #Tenerife: La Tejita #beachJaime Coello, director of the Fundación Telesforo Bravo, explains how the construction of the hotel affects the delicate #ecosystem of the #coast and announces the demonstration of June 15th to save the Tejita

Gepostet von VideoLeggo Tenerife am Mittwoch, 5. Juni 2019

Le associazioni hanno accolto positivamente la notizia dello stop, ma continuano a tenere alta la guardia e sabato 22 giugno alle 18,00 hanno convocato una nuova assemblea cittadina nella piazza del Médano

https://www.facebook.com/events/1043236535865738/