La storia delle verdure ci riporta indietro, ad anni molto lontani dalla civiltà moderna, quando i primi cacciatori e raccoglitori lasciarono l’Africa e iniziarono ad espandersi in tutto il pianeta.

Con la nascita della civiltà moderna, le verdure sono state identificate come elementi curativi e nutritivi molto importanti.

La patata

Dal momento in cui gli esploratori europei vennero a conoscenza dell’esistenza delle patate e videro in quanti modi potevano essere mangiate e usate come medicinale, le patate sono diventate uno dei vegetali più richiesti al mondo.

Il pomodoro


La storia del pomodoro inizia 2.500 anni fa quando gli Aztechi ne capirono le proprietà e lo aggiunsero alla dieta e alla medicina.

Questo vegetale è uno dei più popolari al mondo ed è presente in moltissime pietanze e in diversi tipi di regimi alimentari.

La carota

Le origini della carota risalgono a 5.000 anni fa quando veniva coltivata nei campi della zona ora corrispondente all’Iran e all’Afghanistan, da lì passò in Cina e in Egitto.

Ebbe grande popolarità sulle tavole imbandite dell’Europa medievale e nel XVII secolo nei Paesi Bassi venne diffusa la varietà di colore arancione.

L’aglio

Da secoli presente sulle tavole, è stato sempre apprezzato per le caratteristiche nutritive e curative

La cipolla

La storia della cipolla va di pari passo con quella dell’umanità.

Ci ha aiutato a sopravvivere grazie al suo grande valore alimentare e medicinale, alla facilità di crescita e alle possibilità di immagazzinamento durante i periodi di fame.

I fagiolini

Anticamente era una pianta selvatica e solo negli ultimi mille anni è stata coltivata per piatti saporiti e leggeri.

Il cetriolo

Conosciuto da millenni, fa parte della famiglia delle cucurbitacee.

Ha eccellenti valori nutrizionali e curativi e per questo è sempre più presente sulle nostre tavole.

Il peperone

E’ originario dell’America del sud e, grazie a Colombo che aveva tentato di raggiungere l’India seguendo la rotta occidentale, da lì si è diffuso in tutto il mondo.

La verza

La storia della verza inizia intorno all’anno mille a.C. in Europa quando era solo una pianta selvatica.

Venne coltivato e utilizzato come alimento sia dai ricchi che dai poveri.

Il ravanello

I primi ravanelli fecero la loro comparsa in oriente e da lì si diffusero in tutto il mondo in differenti varietà.

Al giorno d’oggi sono molto popolari e vengono mangiati in insalata e altre pietanze.

Gli spinaci

Lo spinacio è una verdura da sempre molto apprezzata.

Attualmente vengono coltivate le varietà che danno più foglie, sono considerate le più saporite e sono un’ottima fonte di vitamine e minerali.

La barbabietola

La storia di questa verdura inizia nel Medioevo e da allora è considerata una delle verdure più vantaggiose per la nostra salute.

Aiuta ad abbassare la pressione arteriosa e a diminuire le possibilità di problemi cardiaci, circolatori o ictus.

La zucchina

E’ una tra le verdure relativamente nuove nel mondo, ma questo non la rende meno popolare e salutare.

Gli antenati selvatici hanno quasi mille anni, ma nella forma attuale la si apprezza da un centinaio di anni soltanto.

Lo zenzero

La storia dello zenzero comincia nelle rigogliose giungle tropicali dell’Asia meridionale.

Fin dall’antichità lo zenzero è una spezia essenziale e un medicinale.

Oggi si usa in oriente e in occidente per l’alimentazione sia come dolce che come cura per i dolori.

Il carciofo

Alcune varietà di carciofo erano già note ai Greci e ai Romani.

Il carciofo, in realtà, è un fiore e da più di mille anni è molto comune come alimento, preparato in tante varietà gustose.

Marta Simile