I turisti tedeschi hanno soggiornato per più di 40 volte nella località

Che l’Arcipelago sia noto per la fedeltà dei suoi turisti non ci piove, ma che esistano habitués che possano vantare più di 40 soggiorni nel corso di un’intera vita, vale certamente una menzione.

Rudolf Engelhard e Klaus Diet Schudak sono due turisti tedeschi che a partire dagli anni ’70 hanno trascorso le vacanze a Puerto de La Cruz rispettivamente 47 e 40 volte, una fedeltà che il CIT, Centro de Iniciativas Turísticas portuense ha di recente premiato con una targa d’oro ciascuno, durante una cerimonia in onore dei visitatori che hanno mostrato un particolare attaccamento a questa meta.

Rudolf è ormai un tecnico in pensione che vive in Germania, vicino a Francoforte, e non manca un appuntamento invernale con la sua amata Puerto dal 1972; egli ha soggiornato 47 volte all’hotel Marte ma frequenta l’Arcipelago da oltre mezzo secolo.

Inizialmente ha visitato Fuerteventura, è stato due volte a Gran Canaria e in un paio di occasioni ha soggiornato a Playa de las Américas, a Tenerife, ma è stato quando ha scoperto Puerto che ha appeso il cappello, tornandovi per 47 anni di fila e confessando un indiscutibile amore per l’isola in generale.


Klaus Diet Schudak ha iniziato a passare le sue vacanze a Puerto a partire dal 1976, soggiornando, come Rudolf, per ben 40 volte all’hotel Marte; anch’egli conosce le Isole da più di 43 anni, che ha visitato con diversi amici, poi con la famiglia e ultimamente da solo.

Il motivo per cui continua a tornare a Puerto, ammette, è relativo alla natura che la circonda, ma soprattutto per la sua posizione particolare, esattamente al centro del nord di Tenerife.

Recentemente un intervento all’anca non gli permette di effettuare escursioni a piedi o lunghe passeggiate, ma non manca di tornare per godere ugualmente di un contesto che spesso solo chi non vi è nato o non vi abita, riesce ad apprezzare a pieno.

I due habitués, insieme ad altri che hanno dimostrato di amare particolarmente Puerto soggiornando negli appartamenti Casablanca e negli hotel ValleMar, Monopol, Puerto de la Cruz, Riu Garoe, El Tope, Marte e Tigaiga, sono stati premiati dal sindaco di Porto Lope Afonso, dall’assessore al Turismo Dimple Melwani e dalla vice presidente del CIT, Ulrike Schmidt.

Tutti gli habitués, suddivisi in categoria bronzo per 15 soggiorni, argento per oltre i 25 soggiorni e oro, per più di 35, sono stati ringraziati ufficialmente per la fedeltà e per aver battezzato Puerto una seconda casa.

Franco Leonardi