Secondo i dati ufficiali sul traffico forniti dal Ministero dell’Interno, la Guardia Civil ha effettuato 3.698 controlli antidroga tra i conducenti delle isole nel 2017, l’ultimo anno per il quale ci sono dati completi, il doppio rispetto al 2016 (1.800).

Di questi, 1.789 (48,37%) sono risultati positivi al consumo di droga: 1.279 per la cannabis, 493 per la cocaina, 168 per le anfetamine, 89 per i derivati dell’oppio e 79 per la metamfetamina (una sostanza presente in droghe come “speed” o “ecstasy”).

Per provincia, la maggior parte dei test (e quelli positivi) corrispondono alle strade di Las Palmas: 2.646 controlli, con 1.252 positivi.

Altri 1.052 test sono stati effettuati su strade della provincia di Santa Cruz de Tenerife, con 537 casi di abuso di droga.

Nello stesso periodo, gli agenti di traffico hanno effettuato quasi mezzo milione di test alcolici nelle Isole Canarie (499.646), 26.000 in meno rispetto al 2016 (-4,96%).

Di tutti i driver esaminati per l’alcool dalla Guardia Civil sulle isole di quell’anno, 6.207 erano positivi, che rappresentano l’1,24% del totale.


Dei test di etilometro totale, 336.027 sono stati effettuati su strade della provincia di Las Palmas (3.383 positivi) e 163.619 a Santa Cruz de Tenerife (2.824 positivi).

I dati forniti dal Ministero dell’Interno mostrano che i controlli dell’etilometro effettuati dalla Guardia Civil nelle Isole Canarie si sono dimezzati in cinque anni, passando da 1.008.365 nel 2013 a 499.646 nel 2017.

D’altra parte, i controlli sui farmaci sono aumentati di quasi 60 volte, passando da 63 nel 2013 (53 positivi, pari all’84% del totale) a 3.698 nel 2017.

Bina Bianchini