Il Comitato sugli Italiani nel mondo, che lavora nell’ambito della Commissione Esteri della Camera, si è riunito il 27 febbraio per discutere sulla promozione della cultura e lingua italiane nel mondo e sull’attività svolta dagli Istituti italiani.

Simone Billi, deputato della Lega e presidente del Comitato, ha dichiarato: “Le ricadute di questo comparto per il sistema economico, per l’attrazione degli investimenti esteri, per il turismo e l’internazionalizzazione del Sistema Italia è molto importante.

Il mio impegno è quello di procedere insieme a tutti coloro che, al di là del colore politico, vogliano seriamente migliorare e semplificare la vita della Comunità Italiana all’estero, valorizzando il grande numero di studenti che studiano la nostra lingua, oggi la quarta più studiata al Mondo”.

Billi rivendica l’operato del governo: “Il bilancio nel 2017 prevedeva 16,82 milioni di euro mentre il nostro Governo ha stanziato per il 2019 ben 20,79 milioni di euro”.

Il deputato della Lega ricorda poi alcuni dati del settore: “Nell’anno accademico 2016-2017 le scuole italiane statali e private all’estero erano 52 mentre le sezioni italiane presso scuole straniere erano 8, per un totale di 31.115 alunni e 734 personale scolastico di ruolo.

I docenti ‘lettori’ universitari italiani erano 110 che, insieme ai professori assunti direttamente dalle università straniere, hanno insegnato a 234.082 studenti, mentre gli addetti scientifici in servizio presso le sedi diplomatiche erano 28.


La Società Dante Alighieri si compone di 400 Comitati che, svolgendo anche attività di certificazione della lingua, hanno organizzato corsi per più di 65.000 studenti che, insieme alle attività monitorate dal Maeci sull’editoria, spettacolo, eventi, mostre, cucina, design, turismo, hanno contribuito a promuovere la lingua e la cultura italiana nel 2017”.