Con un significativo calo pari quasi al 50% rispetto al 2010, nel 2017 la DGT ha ritirato 20.442 patenti di guida.

A partire dal 2010 la DGT ha cominciato a inviare avvisi a quegli automobilisti in possesso di soli 3 punti sulla patente di guida, informandoli della possibilità di essere privati del documento in caso di ulteriori infrazioni; in seguito molte società denominate quitamultas hanno seguito l’esempio, allertando i propri clienti.

La manovra ha comportato una diminuzione drastica del ritiro delle patenti di guida, passate da 42.535 nel 2010 a 20.442 nel 2017, dato ormai stabile da alcuni anni, se non si considera il 2016 quando, per un errore di sistema che determinò le notifiche di ritiro in ritardo di due mesi, si registrarono solo 18.204 perdite di patenti.

In tutta la Spagna, la città dove si registra puntualmente un numero più elevato di ritiro di patenti di guida è Barcellona, dal 2008 detentrice del primato, con l’unica eccezione del 2015 quando fu Madrid a guidare la classifica.

Il crollo dei ritiri a livello nazionale si riflette anche a livello regionale e quindi se tra il 2009 e il 2011 sono state ritirate tra le 5.000 e le 5.600 patenti di guida a Barcellona, questa cifra è scesa a 3.800 nel 2012, rimanendo stabile fino al 2015, quando si registrarono 2.688 ritiri.

Anche a Madrid, dove le 5.000 perdite di patente sono state superate solo nel 2010 con 5.558, nel resto dei periodi osservati si sono superati i 3.000 ritiri per arrivare nel 2016 a una cifra tra i 1.700 e i 1.800.


Franco Leonardi