Las Américas Tenerife Surf Pro Cabreiroá è l’unico evento con punteggio alle Canarie all’interno della WSL (World Surf League), oltre che il primo circuito mondiale di surf che si terrà nel 2019 tra i diversi tornei europei, con data dal 4 al 10 febbraio, a La Izquierda di Las Palmeras, a Playa de Las Américas, con lo stesso premio economico sia per la categoria femminile che per quella maschile.

Alla sua seconda edizione, Las Américas Tenerife Surf Pro Cabreiroá nel 2018 aveva generato un valore promozionale per il municipio equivalente a oltre 1,4 milioni di euro e un importante impatto grazie alla diffusione sui social network e sui media, dopo 10 anni nei quali Arona non aveva partecipato.

David Perez, Assessore alla Promozione Economica, Dácil León dell’Ayuntamiento di Arona, e Ángel Lobo, presidente della Federación Canaria de Surf, hanno presentato l’evento alla Terrazza UP! dell’hotel Vulcano di Playa de Las Américas, accompagnati dall’Assessore al Turismo delle Canarie Alberto Bernabé.

In rappresentanza degli atleti era presente Daniela Boldini, surfista locale che ha affermato di attendere con impazienza l’evento, visto che si terrà in un tratto di mare a lei ben noto, e conosciuto a livello internazionale come The Spanish Left, e dove ha iniziato per la prima volta a praticare la disciplina sportiva.

Las Américas Tenerife Surf Pro Cabreiroá, che fa parte del circuito mondiale, prevede la distribuzione di 1.500 punti per la classifica e 15mila euro in palio tra i vincitori, per la prima volta premio identico sia per le categorie femminili che maschili.

L’iniziativa, nell’ambito quindi dell’impegno verso l’uguaglianza nello sport, vedrà coinvolti circa 150 professionisti di surf provenienti da diverse parti del globo, alcuni addirittura dal Brasile e dall’Australia.


Las Américas Tenerife Surf Pro Cabreiroá rientra nella strategia di promozione turistica di Arona che, secondo la misurazione dell’impatto del 2018, ha beneficiato dell’attenzione di oltre 19,3 milioni di utenti che hanno seguito la settimana dell’evento grazie alle trasmissioni in streaming.

L’80% di essi era al di fuori della Spagna, mentre il resto risultava distribuito tra Europa, Stati Uniti, Australia, Brasile e Giappone; secondo i dati dell’audio condotto dal WSL, il numero dei follower riflette un impatto pubblicitario paragonabile a oltre 1,4 milioni di euro.

Davide Perez ha dichiarato che l’iniziativa per promuovere di nuovo questo evento è arrivata all’Ente per il Turismo nel 2016 ma, a causa di cambiamenti all’interno del calendario WSL, è stata poi recuperata nel 2018, con l’intenzione di scommettere su un campionato noto per avere ripercussioni globali.

Il nome infatti di Las Américas Tenerife Surf Pro Cabreiroá viaggia in tutto il mondo grazie ai surfisti, raggiungendo un pubblico molto vasto e non circoscritto e aprendo di fatto le porte a un nuovo settore turistico.

Il surf del resto, precisa Perez, fa parte della strategia di competitività di Arona ma si basa anche sul tema della sostenibilità, a cui questo sport è profondamente legato in quanto rispettoso dell’ambiente.

Dácil León ha quindi insistito sul fatto che l’ingresso in un campionato di questo calibro non fa che aggiungere elementi positivi al comune di Arona, e ha assicurato che durante i giorni dell’evento Playa de Las Americas si riempie di persone che vengono ad assistere alle diverse competizioni, generando entrate economiche sia nelle imprese locali che nelle diverse strutture ricettive.

Ángel Lobo ha voluto sottolineare l’importanza di Las Américas Tenerife Surf Pro Cabreiroá anche per i surfisti locali, che hanno l’opportunità di guadagnare dei punti sfidandosi a casa propria.

L’evento è quindi qualificante per Arona e in grado di aumentare il numero dei turisti, dando prestigio a Playa de Las Americas; il surf, puntualizza, ora è riuscito a raggiungere il più alto livello grazie all’inclusione nei Giochi Olimpici, fatto che rappresenta una forte motivazione per coloro che intendono partecipare.

Infine novità assoluta di questa nuova edizione è l’uguaglianza del premio per uomini e donne, elemento che si auspica verrà adottato anche da altre discipline nel futuro.

L’intervento dell’Assessore al Turismo Bernabé ha voluto evidenziare l’obiettivo di promuovere l’immagine di una delle spiagge più idilliache dell’Arcipelago sia per coloro che praticano surf, sia per coloro che amano semplicemente godere della particolare natura della zona; mission dell’Assessorato è proprio quello di approfittare dell’evento per generare un impatto più che positivo sull’isola, dall’occupazione al divertimento ma soprattutto per la soddisfazione di molti turisti.

dalla Redazione