More

    Le Isole Canarie reclameranno la loro posizione ultraperiferica

    Le Isole Canarie reclameranno la loro posizione ultraperiferica per concedere sgravi fiscali sul reddito personale dei lavoratori

    Le Isole Canarie si appelleranno al loro status di regione ultraperiferica dell’UE quando chiederanno al governo spagnolo e alle autorità dell’Unione Europea di accettare la loro proposta di modifica del Regime Economico e Fiscale (REF) per poter concedere sconti sull’imposta sul reddito delle persone fisiche a chi lavora nelle Isole.

    Lo hanno dichiarato il vicepresidente e ministro dell’Economia del governo delle Canarie, Manuel Domínguez (PP), e il commissario della comunità autonoma per questa legge, José Ramón Barrera, prima di inaugurare un incontro sulla modernizzazione del REF a cui hanno partecipato i rappresentanti dell’Associazione per il Progresso della Gestione, dell’azienda turistica Lopesan e della società di investimenti Casticapital.

    Barrera ha insistito sul fatto che questa proposta, che è stata criticata dai partiti dell’opposizione, i quali ritengono che il REF debba essere utilizzato più per incoraggiare gli investimenti delle imprese che per ottenere risparmi fiscali per i contribuenti, con un impatto sui bilanci regionali, mira a garantire che il sistema fiscale delle Canarie, ma anche un lavoratore delle Canarie nella stessa situazione di uno di Soria”.

    “Vedremo quali sono i limiti, che ci sono, se riusciremo a risolverli e se riusciremo a implementarli o meno in questo nuovo modello REF per il futuro che vogliamo costruire”, ha detto.

    Barrera ha ammesso che ci sono “limiti legali, in termini di tecnica da utilizzare; in termini di inserimento nell’attuale quadro normativo, dove l’Europa è la principale protagonista, e anche limiti di bilancio”.

    Tuttavia, ha sottolineato che il governo delle Canarie di cui fa parte, con il grado di consigliere, “non rimarrà all’interno di queste limitazioni, ma cercherà una soluzione ad esse”.

    A questo proposito, il vicepresidente e ministro dell’Economia delle Canarie, Manuel Domínguez, ha ritenuto che “ciò di cui il REF ha bisogno è di essere conosciuto dalla popolazione in generale, dalla politica in particolare e dal settore imprenditoriale in modo più approfondito, per cui sono necessarie modifiche che lo facciano notare in prima persona ai cittadini”.

    “Abbiamo proposto che attraverso l’IRPF ci siano vantaggi competitivi per lavorare nelle Isole Canarie, che venga riconosciuto un differenziale rispetto al resto del territorio nazionale, in modo che il nostro REF possa essere molto più vicino ed essere uno di quei vantaggi competitivi che permettono la creazione di posti di lavoro”, ha detto.


    Per Domínguez, “la cosa più importante è che gli abitanti delle Canarie abbiano un reddito pro capite più alto e una maggiore capacità di consumo nel tempo”.

    Secondo Manuel Domínguez, il fatto che le Canarie siano una regione ultraperiferica “aiuta a essere comprese più correttamente dall’Europa, che ha molto da dire in qualsiasi modifica o proposta presentata per il REF”, che il suo governo regionale “rivendica come un diritto, e non come un vantaggio”.

    Franco Leonardi

     

     

    Articoli correlati