More

    Basta pagare l’affitto in contanti: ecco cosa cambia con la nuova legge sulla casa

    Il progetto di Legge per il Diritto all’Abitazione vieta che il pagamento dell’affitto avvenga in contanti, a meno che una delle parti non abbia un conto bancario o l’accesso a mezzi di pagamento elettronici, secondo il testo che la plenaria del Congresso dovrebbe approvare giovedì.

     

    “Il pagamento dovrà essere effettuato con mezzi elettronici.

    Eccezionalmente, quando una delle parti non ha un conto bancario o l’accesso a mezzi di pagamento elettronici e su sua richiesta, il pagamento può essere effettuato in contanti e nell’immobile affittato”, stabilisce l’articolo 10 del progetto di legge, a cui l’agenzia di stampa EFE ha avuto accesso.

    Regolamentare i contratti temporanei

    Il testo prevede anche un periodo di sei mesi per la creazione di un gruppo di lavoro che avanzi una proposta per regolamentare i contratti di affitto stagionali (vacanze, lavori con una data di scadenza e stagioni di studio, tra gli altri).

    Il testo prevede inoltre la creazione di una “banca dati” dei contratti di locazione abitativa basata sulle informazioni contenute negli attuali registri delle comunità autonome, nel Catasto e in altre fonti di informazione a livello statale, di comunità autonome o locale.

    A tal fine, stabilisce un processo specifico di collaborazione con le Comunità autonome che già dispongono di sistemi di riferimento per i prezzi degli affitti nelle loro aree territoriali.


    Redazione

     

    Articoli correlati