More

    Un esemplare di zanzara tigre trovato a Tenerife

    È stato rilevato in una delle trappole installate nel terminal crociere del porto di Santa Cruz, dove non sono stati trovati siti di riproduzione.

    “Aedes aegypti” (la cosiddetta zanzara della febbre gialla o zanzara tigre)

    Il Ministero della Salute delle Canarie ha intensificato la sorveglianza della zanzara “Aedes aegypti” (la cosiddetta zanzara della febbre gialla o zanzara tigre) dopo aver individuato un esemplare di questa specie in una delle trappole installate nel terminal crociere del porto di Santa Cruz de Tenerife, dove non sono stati trovati siti di riproduzione.

    In un comunicato, il dipartimento della salute ha indicato che dopo il ritrovamento di questo esemplare il Sistema di sorveglianza entomologica delle Canarie, coordinato dalla Direzione generale della salute pubblica, ha intensificato la sorveglianza della zanzara Aedes aegypti, come stabilito nel protocollo d’azione.

    Inoltre, l’area è stata perimetrata per effettuare lavori di ispezione e localizzare eventuali siti di riproduzione.

    Dopo l’individuazione di questo esemplare e la conferma molecolare che il campione trovato apparteneva alla specie Aedes Aegypti, i tecnici si sono spostati nell’area senza osservare altri esemplari o siti di riproduzione nel resto delle trappole situate nella zona vicina.

    A tal fine, è stato aumentato il numero di trappole posizionate nelle aree vicine al punto di rilevamento e la frequenza di campionamento, in modo da controllare le trappole su base settimanale.

    Inoltre, la Direzione Generale della Sanità Pubblica ha informato l’Autorità Portuale, il Comune di Santa Cruz de Tenerife e la Sanità Esterna di questa scoperta mercoledì, come risultato delle azioni intraprese dal Sistema di Sorveglianza Entomologica delle Canarie, coordinato dalla Sanità Pubblica con l’obiettivo di coordinare le azioni previste dal protocollo d’azione.

    Dal 20 dicembre scorso, quando il Sistema di sorveglianza è stato attivato a causa del rilevamento di zanzare Aedes aegypti in una casa di Santa Cruz de Tenerife.

    Successivamente sono state irrorate tredici abitazioni vicine a quella in cui è stata individuata la zanzara Aedes aegypti, ma non sono stati trovati nuovi esemplari e non sono state segnalate punture sospette di questa specie.


    L’Aedes aegypti è una zanzara nera a strisce, più piccola di quelle abituali dell’arcipelago, che compare maggiormente negli ambienti urbani e si è adattata a riprodursi in piccoli punti d’acqua generati dall’uomo.

    È un vettore per la trasmissione di malattie virali in altre aree geografiche dove queste patologie sono endemiche, cosa che non avviene nelle Isole Canarie.

    La sanità sottolinea che non sono state segnalate punture e che la presenza della zanzara non implica la trasmissione di malattie come la dengue, la Zika, la febbre gialla o la chikungunya, in quanto queste non sono presenti nel nostro territorio, se non per sporadici casi importati.

    I cittadini possono inviare all’account di posta elettronica [email protected] foto di presunte presenze di Aedes aegypti o immagini di forti reazioni infiammatorie alle punture, qualora si verifichino, indicando la posizione geografica in cui è stata localizzata e un numero di telefono.

    La Sanità sottolinea che il sistema di sorveglianza è efficace nell’individuare precocemente anche le larve e le uova delle zanzare invasive, prima che abbiano causato punture nella popolazione dell’isola.

    In questo senso, si stanno raccogliendo tutte le informazioni necessarie per delimitare, verificare e, se necessario, eradicare la presenza di questa zanzara sull’isola.

    L’Aedes aegypti punge di solito di giorno e non di notte e il suo morso genera una forte reazione infiammatoria che si accompagna a una forte puntura; si muovono agilmente vicino al terreno e non si sente alcun ronzio.

    Le zanzare femmine sono quelle che pungono, poiché devono nutrirsi di sangue per riprodursi e hanno bisogno di acqua dolce (siti di riproduzione) per completare il loro sviluppo.

    Depongono le uova in acqua, da cui le larve si schiudono in pupe (entrambe acquatiche) e infine diventano zanzare.

    Le zanzare che pungono l’uomo devono riprodursi in prossimità dell’uomo, quindi la misura più efficace contro di loro consiste nel monitorare o eliminare i loro siti di riproduzione.

    Fin dall’inizio di questo programma di sorveglianza, la collaborazione dei cittadini è stata considerata molto importante per identificare eventuali zanzare invasive ed eliminare i loro siti di riproduzione.

    L’équipe del sistema di sorveglianza ha attivato il programma di sorveglianza dei morsi nei centri sanitari e nelle farmacie dell’isola, attraverso indagini effettuate dagli operatori sanitari nel caso in cui si presentino persone con morsi facilmente rilevabili.

    Il Sistema di sorveglianza entomologica delle Canarie rimane attivo dopo il rilevamento di larve a La Palma nel marzo dello scorso anno, senza la comparsa di altre larve o zanzare, e l’eradicazione della specie a Fuerteventura nel 2017.

    Dal 2013, le Isole Canarie dispongono di un sistema di sorveglianza entomologica, coordinato dalla Direzione Generale della Salute Pubblica in collaborazione con l’Istituto Universitario di Malattie Tropicali e Salute Pubblica dell’Università di La Laguna, con l’obiettivo di individuare precocemente la possibile comparsa di zanzare invasive.

    L’obiettivo del Sistema di sorveglianza entomologica delle Isole Canarie è l’individuazione precoce di esemplari adulti, uova o larve di zanzare invasive.

    A tal fine, si determinano le seguenti azioni:

    -Diversi dispositivi sono monitorati nei principali punti di ingresso delle zanzare nell’arcipelago, come porti e aeroporti e alcune serre.

    – Un programma di sorveglianza delle punture è attivato in tutti i centri sanitari dell’isola e nelle farmacie, attraverso indagini condotte da operatori sanitari.

    – In caso di notifica di punture, gli ispettori della Sanità Pubblica analizzano ogni caso attraverso un sopralluogo, una fotografia della puntura e un’ispezione dell’abitazione per cercare e identificare la zanzara, le sue larve o le uova, se presenti.

    dalla Redazione LT

     

    10 anni di successi grazie alla fiducia dei nostri sponsor e di tutti gli affezionati lettori

    Articoli correlati