Il manifesto del Carnevale 2023

Il Comune di Santa Cruz de Tenerife, attraverso l’Organismo Autonomo per le Feste e le Attività Ricreative (OAFAR), ha presentato il manifesto del Carnevale 2023.

“Carnaval la ciudad que nunca duerme” è il titolo della proposta presentata da Nareme Melián Mahugo, che è stata proclamata vincitrice dopo aver ottenuto il punteggio più alto nel sistema di votazione duale.

Dopo essersi congratulato pubblicamente con il vincitore, il sindaco di Santa Cruz de Tenerife, José Manuel Bermúdez, ha sottolineato “che questo è l’inizio del cammino verso il prossimo Carnevale e che questo evento è una tradizione da molti anni, con grandi artisti, e non c’è dubbio che Nareme conosce molto bene l’essenza della nostra festa e cerca di rispecchiarla”.

Il sindaco conferma che “sono stati espressi in totale 8.399 voti validi nella votazione popolare”; per “un concorso più vivo che mai, in cui si sono iscritti in totale 40 artisti, rispetto ai 16 candidati della precedente edizione”.

Per l’Assessore alle Feste, Alfonso Cabello, “il manifesto è il vero biglietto da visita al mondo delle nostre feste e il segnale di partenza per le centinaia di attività ed eventi che compongono il Carnevale di Santa Cruz de Tenerife”.

“Il più grande evento festivo in termini di volume di partecipazione popolare, durata e impatto economico di tutta la Spagna”.

L’assessore ricorda che “questa edizione torna ai formati e alle date consuete, a soli 95 giorni dall’inizio”.

Il poster vincitore ha ricevuto un punteggio di 6 dalla giuria professionale che ha effettuato la preselezione tra i 40 lavori presentati all’OAFAR, che ha rappresentato il 60% del punteggio finale.


Il sostegno popolare è stato del 39,5% degli 8.399 voti espressi attraverso il portale www.carnavaldetenerife.com, il che significa 3.316 adesioni che lo rendono il vincitore con un punteggio totale di 7.600.

Nareme Melián ha spiegato il tributo che ha voluto catturare di tutte le persone che lavorano dietro le quinte “durante tutto l’anno e non si vedono, così come la figura del “chicharro” che rappresenta tutti noi”, e ha aggiunto “realizzare il manifesto per la seconda volta mi ha reso un nome all’interno del carnevale e dell’Illustrazione, e la verità è che dal 2018 non ho smesso di lavorare”.

Durante la consultazione popolare, aperta dalle 08:00 del 29 settembre alle 23:59 del 12 ottobre, era consentito un solo voto per indirizzo IP.

Durante l’intero processo, la votazione è stata cieca, cioè senza riferimento all’autore o al sostegno ricevuto da ciascuno dei poster.

La tecnica utilizzata per l’opera è la tecnica mista, partendo da un disegno in grafite che è stato scansionato e colorato digitalmente.

Melián rende “omaggio a tutte le persone che stanno dietro al Carnevale, quelle che non salgono sul palco, quelle che non si vedono e che sono una parte indispensabile della festa”.

L’autore del manifesto vincitore, che è stato anche il vincitore dell’edizione 2018 e di altri carnevali delle Isole Canarie, riceve un premio di 2.500 euro e l’opera diventerà di proprietà esclusiva dell’OAFAR.

Santa Cruz de Tenerife ha ora il manifesto del Carnevale 2023

https://www.carnavaldetenerife.com

Bina Bianchini