Come un nuovo pianeta: il vulcano attira i visitatori ad un anno dall’inizio dell’eruzione

Foto di Cristiano Collina
Foto di Cristiano Collina

Quando l’anno scorso il vulcano ha eruttato a La Palma, molta gente dalle altre isole si è precipitata a la Palma per vedere con i suoi occhi le colate di lava ed ora tornano per dare un’altra occhiata.

Questa volta vengono a vedere il vulcano da vicino, ora che si è calmato.

“È come camminare sulla superficie di un nuovo pianeta”, ha detto qualcuno mentre camminava attraverso una lussureggiante pineta coperta di cenere nera.

“Visitare un vulcano che ha recentemente eruttato è un’opportunità che si presenta solo una volta nella vita”.

Da quando il vulcano ha eruttato il 19 settembre 2021, sputando fiumi di roccia fusa e pennacchi di cenere nell’aria, l’interesse per visitare La Palma è in forte crescita.

In agosto, l’occupazione media degli hotel dell’isola ha raggiunto il 90,9%, ben al di sopra delle aspettative, con i visitatori provenienti dal resto della Spagna che rappresentano la maggior parte dei pernottamenti, secondo ASHOTEL.

Foto di Cristiano Collina

Da un lato, il vulcano è stato una disgrazia, un colpo enorme per l’economia dell’isola.

Dall’altro, metà del pianeta abbia sentito parlare di La Palma.


Mentre le immagini trasmesse in tutto il mondo durante gli 85 giorni di eruzione si sono concentrate sulla distruzione causata dal vulcano, i telegiornali hanno anche messo in evidenza il fascino della piccola isola, contribuendo a stimolare la voglia di viaggiare a La Palma.

Soprannominata “La Isla Bonita” o “L’isola bella”, La Palma è una riserva della biosfera riconosciuta dall’UNESCO, ricca di foreste verdeggianti, picchi rocciosi e oceano.

Dopo l’eruzione, il numero di navi da crociera che fanno scalo sull’isola è aumentato, così come il numero di voli diretti dalla Spagna continentale e da altre parti d’Europa.

Cristiano Collina