Eureka! Ho un’idea: Carta aromatica di Tenerife

Molti ne avranno sentito parlare e magari anche utilizzata: la “carta aromatica d’eritrea” o anche la “papier d’arménie”.

In pratica sono sottili striscioline di carta che, come incensi, si bruciano per ottenere un profumo aromatico intenso.

La carta è particolare, senza cellulosa, tipo carta assorbente e gli oli con cui è impregnata sono distillati da vari vegetali: muschio, resina, mirra, salvia, sandalo, timo, patchouli, ecc; dicono fino a 30 componenti.

La strisciolina piegata a fisarmonica è poi bruciata come incenso ed emana una fragranza delicata che richiama alla mente paesi lontani, da mercato delle spezie, orientali.

Un odore esotico che sa di tempi antichi.

Questi cartoncini si producono sin dal 1885 e sono famosi nel mondo.

L’idea sarebbe di produrli come carte d’incenso con i profumi di Tenerife, magari chiamarli: “Tarjeta de incienso de perfume Tenerife”

Gli oli essenziali potete ottenerli per distillazione, preferendo le piante caratteristiche dell’isola, le più profumate, ma potete anche acquistarli nella rete.


Come carta va bene quella assorbente classica lasciandola in infusione per alcuni giorni nel liquido, poi stesa ed asciugata ed infine tagliata e confezionata pronta per essere bruciata come un comune incenso.

Queste strisce di carta possono essere utilizzate anche senza essere bruciate, per profumare gli abiti, la biancheria, l’auto o i libri.

È un prodotto vintage pertanto lo confezionerete in tal senso, come appartenente ad un’altra epoca, ad una Tenerife degli anni 50, cosa che sicuramente i turisti apprezzeranno.

Andrea Maino

NB.: le idee proposte in “IDEA!” sono stimoli e non ne garantiamo un risultato metapositivo sia tecnico che di mercato che di marketing. Esse tendono solo a incoraggiare e a ispirare la ricerca per una opportunità personale dei lettori