More

    Diario di un difensore dell’ordine

    Questo mese si caratterizza per il passaggio dalla bassa stagione di maggio all’esplosione di riserve estive nel settore alberghiero ed affitti in case vacanza.

    Anche la chiusura delle scuole con il conseguente inizio delle ferie estive dei giovani costituisce un altro elemento caratterizzante di giugno.

    Quest’anno però a differenza delle dichiarazioni ufficiali dei governi dove insistono nella necessità di aprire le isole a un tipo di turismo di qualità, le organizzazioni turistiche stanno favorendo l’arrivo di un turismo giovanile che vede nelle isole una sorta di terra senza legge che permette loro qualsiasi eccesso.

    L’unione di tutti questi fattori fa presagire una seconda metà di giugno da bollino rosso per i reati minori.

    Infatti se per un lato gli eccessi di alcool e l’alta concentrazione di giovani sarà causa di scontri, colluttazioni e ferite di varia importanza in spiagge e fuori dai locali notturni, si vedranno crescere anche delitti di omofobia ed aggressioni sessuali.

    Anche la criminalità organizzata approfitterà della poca cautela nel proteggere i propri averi inviando per le strade più frequentate gruppi di borseggiatori e ladri specializzati in furti nelle istallazioni turistiche.

    Per limitare il più possibile questa tormenta perfetta di criminalità nell’isola, sono stati aggiunti effettivi nelle forze dell’ordine e alcuni hotel hanno passato i precedenti mesi a migliorare la situazione di protezione aumentando le telecamere di sicurezza oltre ad incrementare la presenza di vigilanti.

    Per queste ragioni si considera che questo mese di giugno marchi l’andamento della criminalità di tutta l’estate che ormai è alle porte.


     

    10 anni di successi grazie alla fiducia dei nostri sponsor e di tutti gli affezionati lettori

    Articoli correlati