More

    Diario di un difensore dell’ordine

    Questo mese di maggio dovrebbe essere uno tra i mesi più tranquilli dell’anno 2022 in termini di criminalità sull’isola.

    Principalmente questo grato fenomeno deve attribuirsi a vari fattori come il calo fisiologico del turismo dopo il periodo pasquale e l’arrivo del periodo della chiusura delle scuole, il che comporta un minor interesse della delinquenza straniera che preferisce località più affollate come le grandi capitali europee.

    Un altro elemento importante è costituito dall’eccellente lavoro delle forze dell’ordine durante il mese di aprile che ha portato all’arresto di varie bande di borsaioli, piccoli gruppi dedicati ai furti nelle case, varie organizzazioni che si occupavano di truffare residenti stranieri con la vendita di medicinali e prodotti illegali oltre a furti massivi di prodotti agricoli come avocado, banane, mango tra cui vale la pena ricordare il furto di 500kg di avocado nella villa agricola di una famosa showgirl italiana a Güimar.

    Anche le collaborazioni internazionali tra le forze di sicurezza sono risultate chiave per l’arresto di vari ricercati in tutta Europa, che pretendevano di vivere sull’isola grazie a documenti falsi ed evitare così le condanne.

    Fortunatamente i corpi di sicurezza pubblica e alcuni componenti del settore della sicurezza privata dell’isola sono altamente preparati ed efficaci facendo sì che ogni operazione portata a termine con successo migliori la sicurezza dell’isola contribuendo a renderla un luogo meno gradevole per i gruppi criminali.

    Sfortunatamente da italiano provo una grande tristezza al sapere che molti dei latitanti arrestati, come vari protagonisti di atti criminali a Tenerife, siano provenienti dal nostro paese e all’apparire negli informativi locali i nomi e nazionalità degli stessi contribuisce ad aumentare la diffidenza dei locali verso i connazionali in generale.


     

    Articoli correlati