Tenerife consolida la sua posizione come destinazione gastronomica globale e sostenibile

La partecipazione di Tenerife a Madrid Fusión è stata completata con un afflusso di 3.350 visitatori allo stand dell’isola, tra cui professionisti dei media gastronomici, agenzie di viaggio, tour operator, industria alberghiera e della ristorazione, sommelier e responsabili di aziende di acquisto e ristoranti.

Il presidente del Cabildo, Pedro Martín, ha sottolineato che la partecipazione ha consolidato “l’isola come destinazione gastronomica globale e sostenibile, grazie alle eccellenti cifre, la qualità del programma e l’eccezionale impegno per il potenziale culinario”.

Un totale di 70 professionisti del settore gastronomico e primario, dell’artigianato e anche degli studenti di ristorazione sono stati i protagonisti durante i tre giorni della fiera Madrid Fusión.

Per Pedro Martín, “Tenerife si è distinta con la sua proposta, in cui i dipartimenti di Turismo e Agricoltura hanno lavorato mano nella mano per mostrare la nostra gastronomia, il valore del settore primario e la qualità dei prodotti locali”.

Bisogna ricordare che l’isola aveva il più grande stand della fiera.

Il Tunnel del Vino di Tenerife, che si trovava proprio all’entrata di Wine Edition, è stato uno dei luoghi più frequentati di questo congresso e in totale hanno partecipato 1.350 visitatori, il 35% in più rispetto all’edizione precedente.

Lo stand-ristorante di Tenerife ha registrato un fatturato giornaliero di più di 450 persone che hanno partecipato a pasti, degustazioni e laboratori.

Il settore non è stato estraneo a questo programma esaustivo di persone e sapori di Tenerife, con cuochi importanti come Martin Berasategui, Susi Díaz, Joan Roca, Pedro Subijana, Andoni Luis Aduriz, Oriol Castro e Eduard Xatruch, David García, Gastón Acurio, Paco Pérez, Juanlu Fernández e Artur Martínez, tra altri, venuti a scoprire i nostri prodotti, così come i ministri dell’Agricoltura, Pesca e Alimentazione, Luis Planas, e dell’Industria, Commercio e Turismo, Reyes Maroto.


Madrid Fusión Alimentos de España ha appena dimostrato la vitalità dei grandi congressi di gastronomia, di cui è il più influente.

Ha chiuso il suo 20° anniversario battendo tutti i suoi record: 16.500 visitatori, 1.171 partecipanti al congresso nell’auditorium principale e 1.038 giornalisti da tutto il mondo.

Mai nella storia ci sono stati più visitatori, più partecipanti al congresso o più giornalisti.

Il pubblico ha risposto in un auditorium gremito ogni giorno, con relatori di Tenerife come Braulio Simancas e Rosalía Díaz.