More

    Loro Parque Fundación dedicherà 1,45 milioni di dollari alla conservazione della biodiversità

    Nella riunione annuale del Comitato Consultivo della Fundación Loro Parque, tenutasi recentemente a Puerto de la Cruz, è stato deciso di dedicare 1,45 milioni di dollari a 61 progetti di conservazione della natura, che saranno realizzati nel corso del prossimo anno nei cinque continenti.

    Questo impegno porta l’importo totale che la Fondazione ha destinato alla conservazione della natura a quasi 25 milioni di dollari.

    La Fondazione è leader mondiale nella conservazione delle specie di pappagalli, e questo gruppo è quello di maggior successo grazie alla combinazione di conoscenze acquisite sotto le cure umane e in natura.

    Il centro di allevamento della Fondazione è attualmente il più grande pool genetico di pappagalli del mondo e fornisce dati inestimabili ai diversi progetti e partner scientifici.

    Dal punto di vista ecologico, le specie e gli ecosistemi terrestri sono quelli che riceveranno la maggior parte dell’aiuto di Loro Parque Fundación, tra i quali spicca la protezione del cacatua filippino (in pericolo critico nella lista rossa dell’IUCN), il cui progetto permetterà di continuare a garantire le popolazioni dell’isola di Rasa e di cercare di estendere il successo riproduttivo ottenuto in quella zona ad altri luoghi della regione.

    Questa specie ha ricevuto finora circa due milioni di dollari dalla Fundación Loro Parque per tenerla al sicuro dall’estinzione.       


    Altri progetti eccezionali volti a proteggere le specie e gli ecosistemi terrestri includono l’ara dalle guance blu in Bolivia, il pappagallo dalle orecchie gialle in Colombia ed Ecuador, l’inseparabile dalle guance nere in Africa, il cacatua nero in Australia e l’ara giacinto in Brasile.

    Inoltre, grazie al finanziamento della Fondazione, la protezione di una delle popolazioni di leoni meglio conservate in Africa è mantenuta nel Parco Nazionale Hwange in Zimbabwe.

    D’altra parte, l’istituzione dedica anche i suoi sforzi alle specie e agli ecosistemi marini, tra cui spiccano i diversi progetti sotto il nome di CanBIO, iniziati nel 2019.

    L’anno 2022 chiuderà i primi quattro anni del programma con un contributo totale di 1.000.000 di euro da Loro Parque e lo stesso importo dal governo delle Isole Canarie, completando la rete di monitoraggio del cambiamento climatico e realizzando campagne con veicoli autonomi che monitoreranno il rumore subacqueo e la presenza di cetacei in tutta la Macaronesia.

    Le azioni di CanBIO includono anche la conservazione di specie criticamente in pericolo, come lo squalo angelo e la manta.

    Il resto del finanziamento per i progetti marini sarà dedicato alla conservazione di diverse specie di cetacei, tra cui il delfino gobbo atlantico in pericolo critico nel delta del Saloum (Senegal), il benessere dei cetacei nelle isole Canarie e la popolazione di orche nello stretto di Gibilterra, con cui la Fondazione collabora da più di 15 anni.

    Come novità, l’anno prossimo la Loro Parque Fundación finanzierà anche un premio internazionale di conservazione per le persone più eccezionali nella protezione della natura del pianeta, così come la realizzazione di un film documentario sulla necessità di conservare la biodiversità della Terra attraverso American Humane.

    Bina Bianchini

     

    Articoli correlati