More

    Il molo, Valleseco o Añaza, come alternativa a Cidemat a Santa Cruz

    La spiaggia di Las Teresitas, che sarebbe anche un’opzione per un punto di accesso al mare per gli sport acquatici, apre una zona sportiva sulla sabbia in gennaio 2022.

    L’assessorato allo sport del Comune di Santa Cruz, diretto da Alicia Cebrián (PP), sta lavorando da tempo affinché la capitale non perda l’unico punto di accesso al mare per gli sport acquatici, che era fornito dal Centro Insular de Deportes Marítimos (Cidemat) e che è chiuso da due anni a causa del cattivo stato della struttura.

    Secondo la stessa consigliera, si stanno prendendo in considerazione diversi luoghi.

    “La spiaggia di Las Teresitas; i capannoni di carbone di Valleseco, che hanno il loro molo, o il molo di pesca”, ha detto.

    Non è stata esclusa nemmeno la zona di Añaza, che ha anche la sua banchina, una struttura fondamentale per facilitare l’entrata in acqua.

    Cebrián ha ricordato che “in questo momento l’unico posto per questo tipo di sport a Santa Cruz è il Club Nautico, uno spazio privato”.


    L’assessore ha indicato queste possibilità nella presentazione del bilancio della sua zona per il 2022.

    Lo sport avrà 5,4 milioni di euro, che rappresenta un aumento del 7% rispetto al bilancio attuale.

    “L’obiettivo è quello di riattivare il servizio stesso e riattivare lo sport in città”, ha aggiunto.

    I punti salienti sono i tre grandi contratti che vengono aggiornati nel 2022.

    Il primo, per la manutenzione, sarà assegnato a gennaio, in modo che, per la prima volta, gli impianti sportivi avranno un unico contratto di questo tipo, che avrà un valore di 400.000 euro.

    Inoltre, il contratto per la pulizia degli impianti sportivi sarà aumentato di più di 150.000 euro a 450.000 euro, così come 200.000 euro da utilizzare per assumere personale ausiliario per aprire e chiudere i centri.

    Uno dei progetti inclusi nel bilancio attuale è un’area sportiva sulla sabbia di Las Teresitas, uno spazio che diventerà realtà questo gennaio.

    “Costas ci ha appena dato l’autorizzazione a occupare lo spazio accanto alla capanna della Croce Rossa, e la società incaricata ha già iniziato ad adattarlo”, ha spiegato Cebrián.

    L’assessore si riferisce a una zona in cui saranno installati dei pali in modo che si possano mettere delle reti, portate dagli utenti, e si possano fare giochi di diversi sport, il tutto sulla sabbia.

    Anche per le attività in acqua è stata richiesta l’autorizzazione.

    La spiaggia del Parque Marítimo sarebbe un altro punto che potrebbe ospitare questi sport.

    Marco Bortolan

     

    Articoli correlati