More

    Tenerife vince 25 premi per i suoi vini “più estremi”: raccolti su piccoli siti

    Due vini di Tenerife hanno vinto il premio più alto, la Gran Medaglia d’Oro, dopo aver gareggiato con mille varietà provenienti da altri paesi e dalla Spagna.

    I vini di Tenerife hanno vinto 25 premi alla decima edizione del concorso mondiale di vini estremi, Cervim 2021, tenutosi il mese scorso in Valle d’Aosta (Italia), a cui hanno partecipato quasi mille varietà provenienti da Spagna, Italia, Francia, Cile e Canada, tra gli altri paesi.

    Tenerife ha vinto due Gran Medaglie d’Oro delle 18 assegnate in questa categoria, 22 Medaglie d’Oro e una Medaglia d’Argento, per un totale di 25 premi distribuiti tra sei cantine dell’isola, ha informato il Cabildo dell’isola in un comunicato stampa.

    I due premi nella categoria Gran Medaglia d’Oro sono il vino Ainhoa Dulce 2017, di Bodegas Balcón de La Laguna, della DOP Islas Canarias, e il Brumas de Ayosa Blanco Seco 2020, della SAT Viticultores Comarca de Güímar, ad Arafo, della DOP Valle de Güímar.

    “Questo è un riconoscimento eccezionale per un territorio piccolo ed emergente, ma con cantine di grande know-how e personalità”, ha celebrato il ministro dell’agricoltura, dell’allevamento e della pesca del Cabildo di Tenerife, Javier Parrilla.

    Il Centro de Investigación, Estudio y Valorización de la Viticultura de Montaña (Cervim), che organizza questo concorso, è un organismo internazionale nato nel 1987 per valorizzare e salvaguardare quella che viene chiamata “viticoltura eroica” perché realizzata in condizioni estreme, in piccole superfici o su pendii “notevoli”.

    È associato alle regioni e agli organismi regionali e nazionali che lavorano per promuovere questo tipo di viticoltura, come il Cabildo di Tenerife.

    Marta Simile


     

    10 anni di successi grazie alla fiducia dei nostri sponsor e di tutti gli affezionati lettori

    Articoli correlati